Palermo calcio, news: iter per commissariamento, poi bando per nuova proprietà in Serie D

5 luglio 2019 - Francesco Fragapane

Parte l'iter per la probabile rinascita del Palermo dai Dilettanti: ecco le prossime tappe per la società rosanero esclusa dalla Serie B

Il Palermo sarà costretto a ripartire dalla Serie D, dopo l’iscrizione incompleta della società siciliana in Serie B, arrivata in seguito alla mancata fideiussione da 800mila euro non consegnata entro lo scorso 24 giugno. Nella giornata di ieri è arrivata anche la bocciatura da parte della Covisosc. A quel verdetto,  con ogni probabilità, seguirà una nuova bocciatura anche da parte Consiglio Federale, in programma il prossimo 12 luglio. L’ulteriore no sancirà l’esclusione dalla Serie B per la compagine rosanero. Il club dovrà ripartire dai Dilettanti.

La decisione del Consiglio federale darebbe il via alla pubblicazione del bando da parte dell’amministrazione comunale per individuare una nuova società a cui affidare il titolo sportivo per ripartire dalla Serie D. Uno scenario che potrebbe cambiare nel caso in cui il Palermo venisse commissariato, nel corso dell’udienza che si terrà presso la quinta sezione civile del Tribunale di Palermo. Questa dovrà pronunciarsi in merito alla richiesta della Figc, presentata ormai quasi un mese fa. Il possibile commissariamento del club potrebbe accelerare l’iter per la creazione del nuovo Palermo.

Palermo, l’iter per il commissariamento e il bando della nuova società

Il presidente Tuttolomondo ha già annunciato la volontà di procedere con tutta una serie di ricorsi, da presentare entro il prossimo 8 luglio. In questo caso, ci sarà una nuova istruttoria da parte della Commissione di vigilanza e la palla passerà al Consiglio Federale. Il ricorso, comunque, non ostacolerà l’eventuale creazione di una nuova società chiamata a ripartire dalla Serie D. Ci sarà bisogno di aspettare, oltre alla decisione del Consiglio Federale, anche quella del Collegio di garanzia dello Sport del Coni. Una volta concluso tutto l’iter della giustizia sportiva, però, il sindaco Leoluca Orlando avrà la facoltà di indire il bando per scegliere l’uomo che porterà avanti il nuovo Palermo calcio.

SERIE B, PALERMO E FOGGIA NON ISCRITTE

La complicata situazione del Palermo presente delle analogie con quella del Bari della scorsa stagione. Seguendo l’esempio dei pugliesi, il sindaco Orlando potrebbe pubblicare il bando per l’affidamento della nuova società dopo il 12 luglio, giorno in cui arriverà la sentenza del Consiglio Federale. I tempi, invece, sarebbero destinati ad allungarsi qualora il primo cittadino decidesse di aspettare l’eventuale ricorso al Tar. Quest’ultima ipotesi è poco plausibile, visto che lo stesso Orlando l’ha scartata durante l’ultima conferenza stampa. Il tutto è reso ancora più difficile dall’intenzione dei calciatori di presentare istanza di fallimento del Palermo, una mossa che porrebbe fine alla società proprio nel bel mezzo dell’intricato iter giuridico.

SERIE C: CALENDARIO, SORTEGGIO E PLAYOFF

TAG:
Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!