Giudice Sportivo, tutti gli squalificati di serie A per la 22^ giornata

30 gennaio 2019 - Francesco Fragapane

Gli squalificati per la 22^ giornata di serie A da Marco Benassi della Fiorentina a Matteo Politano dell'Inter

Sono ben tredici i giocatori squalificati in seguito ai fatti accaduti sui campi della serie A in occasione della ventunesima giornata di campionato. A decretarlo è stato il Giudice Sportivo, che si è espresso nelle scorse ore in merito alle gare della seconda giornata del girone di ritorno. Marco Benassi della Fiorentina e Matteo Politano dell’Inter hanno ricevuto una squalifica per due giornate. Stop di un solo turno, invece, per Mattiello, Fabian Ruiz, Barella, Cassata, Cristante, Helander, Milinkovic-Savic, Nzonzi, Petagna, Praet e Rolon. Diamo uno sguardo nel dettaglio alle decisioni rese note dal Giudice Sportivo.

Serie A, squalificati 22^ giornata: due turni a Benassi e Politano

La sanzione più pesante del Giudice Sportivo è per Marco Benassi della Fiorentina e Matteo Politano dell’Inter, entrambi fermati per due giornate. Il centrocampista viola ha ottenuto la doppia squalifica “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione); per avere volontariamente colpito il pallone con le mani, impedendo la segnatura di una rete”. Il Giudice Sportivo ha invece sanzionato l’attaccante nerazzurro “per avere, al 41esimo del secondo tempo, rivolto al Direttore di gara un’espressione ingiuriosa”.

Serie A, squalificati 22^ giornata: emergenza Roma

Sono undici i calciatori fermati dal Giudice Sportivo per una giornata. Si tratta di Federico Mattiello del Bologna, Fabian Ruiz del Napoli, Nicolò Barella del Cagliari, Francesco Cassata del Frosinone, Bryan Cristante e Steven Nzonzi della Roma, Filip Viktor Helander del Bologna, Sergej Milinkovic-Savic della Lazio, Andrea Petagna della Spal, Dennis Praet della Sampdoria ed Esteban Leandro Rolon del Genoa. Di questi, solo Mattiello e Fabian Ruiz hanno ricevuto un cartellino rosso nel corso della ventunesima giornata di campionato. Gli altri giocatori hanno ricevuto una squalifica in quanto diffidati ed ammoniti.

In vista della ventiduesima giornata del campionato di serie A, l’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco si prepara a far fronte ad un’emergenza a centrocampo. Bryan Cristante e Steven Nzonzi, infatti, saranno entrambi costretti a saltare la partita contro il Milan. Il tecnico giallorosso, per questo, conta di avere a disposizione Daniele De Rossi, sulla via del rientro dopo un lungo stop.

Sono otto i calciatori che sono entrati in diffida per il ventiduesimo turno di campionato. Sono Emanuele Giaccherini e Nicola Rigoni del Chievo, Manuel Lazzari, Felipe, Mohamed Fares della Spal, Raul Albiol del Napoli, Simone Zaza del Torino e Nicholas Opoku dell’Udinese.

Giudice Sportivo 22^ giornata: multe per Milan e Roma

Il Giudice Sportivo della serie A Gerardo Mastrandrea ha inflitto delle ammende al Milan (15 mila euro) e alla Roma (12 mila euro). Il club rossonero è stato sanzionato “per avere suoi sostenitori, all’inizio e al termine della gara, intonato un coro insultante di matrice territoriale”. La società giallorossa ha ricevuto la multa “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato un fumogeno nel settore della tifoseria avversaria nonché un fumogeno sul terreno di giuoco”.

L’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti ha ricevuto un’ammonizione “per avere, al 49esimo del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale”. Il Giudice Sportivo ha inflitto un’ammonizione con diffida al team manager del Chievo Marco Pacione “per avere, al 28° del primo tempo, assunto un atteggiamento irrispettoso nei confronti del Quarto Ufficiale, avvicinandosi al medesimo”.

Il direttore sportivo del Bologna Riccardo Bigon ha ricevuto un’ammenda di 5 mila euro con diffida “per avere, al termine del primo tempo, negli spogliatoi, con atteggiamento arrogante rivolto al Direttore di gara un’espressione polemica”. Il responsabile scouting rossoblu Marco Di Vaio è stato invece inibito a svolgere ogni attività in seno alla F.I.G.C., a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell’ambito federale a tutto il 10 febbraio 2019 “per avere, al termine del primo tempo, nello spogliatoio, con fare minaccioso rivolto al Direttore di gara espressioni offensive e ingiuriose, reiterando tale atteggiamento al termine della gara”.