Roma, la probabile formazione: tutti i moduli di Fonseca

21 luglio 2019 - Francesco Fragapane

Tutti i moduli che Paulo Fonseca potrebbe valutare per il suo nuovo progetto alla guida della Roma. Tanta curiosità da parte di tifosi e addetti ai lavori

Con le squadre impegnate nei vari ritiri, si ipotizzano già le novità in vista della prossima serie A. La stagione 2019/2020 è ricca di incognite con Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus, il nuovo corso dell’Inter con Antonio Conte e Marco Giampaolo al Milan. Tra le squadre più interessanti dal punto di vista tecnico e tattico c’è anche la Roma.

INFORTUNIO PEROTTI, I TEMPI DI RECUPERO

Una rivoluzione importante in casa giallorossa e tanta attesa da parte dei tifosi per capire quale sarà il progetto del nuovo allenatore Paulo Fonseca. Con le partenze di Manolas, El Shaarawy e Luca Pellegrini, la squadra giallorossa cambierà sicuramente pelle anche per l’imminente addio di Edin Dzeko, da settimane in orbita Inter. Gli arrivi di Veretout, Mancini, Diawara, Spinazzola e Pau Lopez modellano una nuova formazione che l’allenatore portoghese vuole impostare sul 4-2-3-1, suo marchio di fabbrica. La rosa a disposizione è davvero ricca di talento ma soprattutto di calciatori poliedrici, elementi che possono permettere a Paulo Fonseca di schierare tante variabili tattiche.

4-2-3-1

Il 4-2-3-1 è l’ipotetico schieramento previsto da Paulo Fonseca, un modulo che l’allenatore portoghese ha sempre adottato in carriera. In porta ovviamente Pau Lopez, l’estremo difensore più pagato nella storia della Roma. La difesa potrebbe essere formata da Spinazzola e Florenzi sulle fasce, mentre la coppia centrale è composta da Mancini e Fazio. I due calciatori che formano la mediana sono il nuovo acquisto Diawara e probabilmente Cristante, anche se Paulo Fonseca potrebbe puntare su Veretout o Nzonzi. Il tridente che sostiene la prima punta è formato da Zaniolo sulla destra, Perotti a sinistra e Pellegrini trequartista. In seconda battuta Under, mentre la prima punta ad oggi è Schick.

4-3-3

Un’alternativa al 4-2-3-1 potrebbe essere il 4-3-3. La difesa resterebbe la stessa del modulo principale, mentre il centrocampo potrebbe essere composto da Diawara in cabina di regia, Veretout e Pellegrini come mezzali. In alternativa Fonseca potrebbe schierare Veretout in regia o Nzonzi come mediano a dare maggiore copertura alla difesa. In attacco Patrick Schick è l’attaccante centrale, mentre come esterni Kluivert a sinistra e Under a destra potrebbero essere le alternative. Senza dimenticare Zaniolo, utilizzabile come mezzala o esterno e Perotti, perfettamente compatibile come esterno d’attacco.

4-4-1-1

Il 4-2-3-1 di partenza potrebbe essere trasformato in un più scolastico 4-4-2/4-4-1-1 a seconda dell’uomo schierato accanto alla prima punta. La difesa può prevedere l’inserimento di Kolarov e Florenzi come terzini, con Perotti e Spinazzola ricoprire il ruolo di esterni d’alti. I due centrali di centrocampo potrebbero essere Veretout e Pellegrini con Diawara e Nzonzi riserve di lusso. In attacco Zaniolo può giocare dietro l’unica punta, ma per il ruolo sono in lizza tantissime alternative.

3-5-2

Valutando i calciatori a disposizione di Paulo Fonseca, è possibile impostare anche un 3-5-2 inedito per il portoghese. Le caratteristiche della difesa e degli esterni potrebbero fornire al nuovo allenatore dei giallorossi una carta in più da giocare in alcuni frangenti nell’arco della stagione. Il terzetto difensivo può essere composto da Mancini, arrivato dall’Atalanta e abituato già ad un assetto del genere. Al centro ci sarebbe Fazio e a sinistra Kolarov nel ruolo già ricoperto nel Manchester City. I due esterni potrebbero essere Florenzi e Spinazzola, mentre la mediana potrebbe essere formata da Veretout, Pellegrini e Cristante. L’attacco invece può essere formato da Zaniolo o Perotti dietro l’unica punta Schick.

TAG:
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!