Milan, Higuain squalificato per due giornate: salta Lazio e Parma

13 novembre 2018

Il giudice sportivo ha deciso di comminare due giornate di squalifica a Higuain dopo il rosso e le proteste in Milan-Juventus

Gonzalo Higuain è stato squalificato per due giornate dal giudice sportivo. Pesanti le conseguenze per la sua reazione d’istinto all’espulsione in Milan-Juventus. Il solo cartellino rosso lo avrebbe fermato soltanto per una giornata, trattandosi di doppia ammonizione e non di un intervento particolarmente cattivo.

Le proteste però non potevano essere ignorate dal giudice sportivo, con il ‘Pipita’ che ha evitato una sanzione peggiore. Qualora le parole rivolte all’arbitro fossero state di natura ingiuriosa, probabilmente Gattuso si sarebbe ritrovato a non convocarlo per tre giornate di serie A.

Il suo labiale era però alquanto chiaro, date le riprese video, con il referto dell’arbitro Mazzoleni che pare abbia confermato il tutto: “Ammonisci sempre me”.

Milan, squalifica Higuain: le motivazioni

Analizzando la decisione del giudice sportivo, è possibile leggere come siano state decretate le due giornate di squalifica per Higuain: “Proteste nei confronti degli Ufficiali di gara per condotta gravemente irriguardosa nei confronti del Direttore di gara, essendosi avvicinato al medesimo, all’atto dell’ammonizione per proteste al 38° del secondo tempo, in modo scomposto e minaccioso, e avendo reiterato platealmente le proteste al momento dell’allontanamento dal terreno di giuoco”.

Nessun contatto con l’arbitro dunque o almeno nulla di volontario che Mazzoleni abbia voluto inserire nel suo referto.

Milan, squalifica Higuain: si al ricorso

Una scena decisamente simile a quella vissuta sul campo dell’Udinese il 3 aprile del 2016, quando l’argentino vestiva la maglia del Napoli. Espulsione e forti proteste, con conseguente squalifica di più giornate.

Il Milan a sorpresa sembra intenzionato a presentare ricorso per le due giornate. Il club intende dunque avere maggiore chiarezza in merito alla decisione del Giudice Sportivo, giustificando in parte l’atteggiamento dell’attaccante argentino. Stando all’attuale squalifica, Higuain dovrebbe restare in tribuna contro Lazio e Parma. L’eventuale accoglimento del ricorso potrebbe però solo dimezzare la squalifica: è infatti improbabile che il Pipita torni in campo già contro i biancocelesti al rientro in campo della Serie A dopo la sosta per gli impegni della Nations League. Al suo posto sarà Cutrone a guidare l’attacco rossonero dal primo minuto: il giovane attaccante dell’Under 21 proverà a non far rimpiangere l’argentino. Da valutare la presenza o meno da titolare di Castillejo, con il quale il giovane attaccante italiano potrebbe formare una coppia inedita.