Juve, chi sarà il nuovo allenatore dopo l'esonero di Sarri?

8 Agosto 2020 - Francesco Fragapane

L'esonero di Maurizio Sarri apre diversi scenari: chi sarà il nuovo allenatore? Tutti i nomi sul taccuino dei dirigenti della Juventus

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

L’esonero di Maurizio Sarri da parte della Juventus, dopo la cocente eliminazione dalla Champions League ad opera del Lione apre una serie di interessanti scenari in casa juventina. Il presidente Andrea Agnelli, il direttore sportivo Fabio Paratici e il vice presidente Pavel Nedved soono chiamati a scegliere il nuovo allenatore dei bianconeri.

La dirigenza juventina non è rimasta soddisfatta dalla prestazione della squadra, che nonostante il nono scudetto consecutivo non è riuscita a superare gli ottavi di finale in Champions. Un risultato inatteso, che ha portato alla drastica decisione di salutare l’ex allenatore di Napoli e Chelsea.

ANDREA PIRLO NUOVO ALLENATORE DELLA JUVE

Nuovo allenatore Juve, tutti i nomi

Per il post Sarri sono diversi i nomi al vaglio di Agnelli, Nedved e Paratici. Tra voci suggestive e cavalli di ritorno, il sostituto dell’allenatore toscano potrebbe essere scelto tra i seguenti nomi:

  • Simone Inzaghi
  • Zinedine Zidane
  • Paulo Sousa
  • Massimiliano Allegri
  • Mauricio Pochettino
  • Andrea Pirlo

Simone Inzaghi nuovo allenatore della Juve

Il nome più gettonato in mattinata è stato quello di Simone Inzaghi. L’attuale allenatore della Lazio è reduce da un’ottima stagione, terminata al quarto posto dopo essere stato a lungo il primo competitor proprio della Juventus per il nono scudetto consecutivo. Inzaghi è un nome gradito per come è riuscito a gestire una rosa striminzita portandola a un risultato inatteso nonostante il crollo finale. L’ex attaccante ha un feeling speciale proprio con le punte, visto che ha portato Immobile a vincere la scarpa d’oro 2020 e ha valorizzato talenti come Caicedo e Correa. Difficile però convincere Claudio Lotito, presidente della Lazio, a lasciare andare il suo allenatore.

Zinedine Zidane prossimo allenatore della Juventus

Da un eliminato ad un altro. Zinedine Zidane ha subito ieri lo stesso destino della Juventus e di Maurizio Sarri, eliminato dal Manchester City soprattutto ad una serie di gaffe clamorose della sua difesa. Il francese, che aveva già indossato la maglia bianconera da giocatore, era già stato accostato in precedenza alla Juventus, ma è tornato quest’anno al Real Madrid e l’ha portato ad un inaspettato trionfo in Liga grazie ad una seconda parte di stagione superlativa. In questo caso, l’allenatore francese potrebbe essere tentato da una nuova avventura nella sua ex squadra, ma il Real Madrid ha un fascino particolare – e risorse diverse rispetto ai bianconeri  – e Florentino Perez, numero uno dei blancos, potrebbe lasciare andare con qualche ritrosia un tecnico che ha già arricchito in maniera importante la bacheca madrilena.

Massimiliano Allegri, il ritorno sulla panchina bianconera

Massimiliano Allegri, un anno dopo. Dopo essersi separato la scorsa estate dalla Juventus, l’ex Milan e Cagliari potrebbe tornare in sella alla panchina bianconera. L’allenatore toscano si è concesso un anno sabbatico, tentato dalle sereni inglesi del Tottenham e dalla panchina del Real Madrid durante la stagione. Essendo libero da contratti, la sua candidatura a nuovo allenatore della Juventus non sembra poi essere così impossibile.

Mauricio Pochettino, dal Tottenham alla Juventus

Origini piemontesi, ultima panchina al Tottenham, reduce da un esonero. Questo il profilo di Mauricio Pochettino, che era già stato accostato la scorsa estate alla Juventus per il post Allegri. Ora Pochettino, dopo una prima parte di stagione al di sotto delle aspettative, non è più in sella al Tottenham, dove a sostituirlo è stato Josè Mourinho. Per questo anche la sua candidatura non è così remota.

Andrea Pirlo, la promozione dell’allenatore della Juventus Under 23

Da pochi giorni ha svestito i panni di commentatore tv per indossare quelli di allenatore della Juventus Under 23. Andrea Pirlo infatti succederà a Fabio Pecchia in Serie C, dopo che l’ex giocatore aveva portato i giovani bianconeri alla vittoria della Coppa Italia e ai playoff di Serie C. Per Pirlo, una vita a centrocampo tra Milan e Juve, si tratterebbe della prima esperienza da allenatore, ma non è escluso che possano essere bruciate le tappe. Proprio come accaduto a Zidane.

Paulo Sousa, l’ex Fiorentina alla Juventus

Uno degli ultimi nomi sulla lista della dirigenza della Juventus è quello di Paulo Sousa. L’ex allenatore della Fiorentina è stato anche calciatore bianconero e potrebbe avere uno sponsor d’eccezione: il connazionale Cristiano Ronaldo, infatti, potrebbe gradire il portoghese sulla panchina della Juventus. E la sua esperienza internazionale potrebbe corrispondere al profilo giusto per una squadra che vuole tornare presto protagonista anche (e soprattutto) in Champions League.