Inter Juventus, Conte e Sarri sul Derby d'Italia

5 ottobre 2019 - Enrico Gorgoglione

Le parole di Conte e Sarri alla vigilia di Inter-Juventus, big match della 7^ giornata di serie A e in programma domenica 6 ottobre

Il big match della 7^ giornata di serie A è sicuramente Inter-Juventus. I nerazzurri affrontano la sfida da capolista a punteggio pieno contro una Juventus a soli due punti di distanza. Una sfida nella sfida anche in panchina con il grande ex Antonio Conte che affronta per la prima volta i bianconeri. I due allenatori hanno parlato alla vigilia e hanno analizzato in conferenza stampa gli argomenti principali di una partita così importante.

INTER-JUVENTUS, LE PROBABILI FORMAZIONI

Inter Juve, le parole di Antonio Conte

Antonio Conte ha parlato della partita nella classifica conferenza stampa della vigilia. L’allenatore dell’Inter ha gettato acqua sul fuoco parlando di una sfida non decisiva: “Stiamo parlando comunque della settima di campionato, i valori verranno fuori man mano che andiamo avanti ed è per questo che dico sempre che vedremo più avanti da parte nostra che ambizioni e che spazio ci ritaglieremo per questo campionato”.

Sugli avversari invece solo parole di grande rispetto: “Giochiamo contro una squadra che ha dettato legge negli ultimi anni in Italia e ha fatto molto bene anche in Europa. Grande merito a chi ci ha lavorato negli anni e l’ha fatta diventare una corazzata. Hanno lavorato bene e sono da esempio, questo è fuor di dubbio. Nella Juventus ci sono giocatori d’esperienza, investimenti importanti. La Juventus è una squadra che aggiunge, non sostituisce ogni anno. Anche quest’anno ha aggiunto. Si è creato un gap importante a livello italiano che non è facile colmare”. Sulla possibilità di vedere Romelu Lukaku dal primo minuto, Antonio Conte non si sbilancia e solo se il calciatore darà garanzie verrà impiegato.

INTER-JUVE: CURIOSITA’, NUMERI E STATISTICHE

Inter Juve, le parole di Maurizio Sarri

Anche Maurizio Sarri stempera l’importanza dell’impegno. L’allenatore della Juventus parla di una grande sfida ma non di un incontro decisivo per lo scudetto: “Ci sono ancora 31 partite da giocare. Tre o quattro anni fa quando la Juve era a 10-11 punti dalla prima che mi pare fosse l’Inter, mi chiesero la favorita e io dissi Juventus. I giornalisti ridevano e poi vinse la Juve. In questo momento conta poco, ora penso sia importante anche per loro confermare la crescita che sta avendo la squadra e mostrare la capacità di giocare grandi partite e di saper uscire da San Siro con una buona prestazione. Poi se con 93 punti in palio si pensa di sistemare una classifica a inizio ottobre penso sia un errore grossolano”.

INTER-JUVE: LE QUOTE DEL DERBY D’ITALIA

Su chi è favorito alla vigilia, Maurizio Sarri non si sbilancia: “Nella partita singola non si può parlare di favoriti, sono due grandi squadre e io vedo solo l’aspetto positivo di giocare una partita così”.

SERIE A 2019-2020: IL CALENDARIO

SERIE A: LA CLASSIFICA

Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più

I più letti di SKYSPORT.IT

vai a skysport.it
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!