Infortunio Kessie in Coppa d'Africa, le news dal Milan e i tempi di recupero

27 Gennaio 2022 - Redazione

Termina la Coppa d'Africa per la Costa d'Avorio, eliminata dall'Egitto. Il centrocampista del Milan Franck Kessié è stato sostituito alla mezz'ora per infortunio: le sue condizioni.

Gioca a Superscudetto

Nella giornata di ieri è terminata la Coppa d’Africa della Costa d’Avorio, eliminata negli ottavi di finale della competizione ai calci di rigore per mano dell’Egitto di Mohamed Salah. Tanti ivoriani, dunque, si apprestano a tornare in Serie A ed essere a disposizione dei rispettivi club, ma in casa Milan c’è apprensione per il centrocampista Franck Kessié.

Le condizioni di Kessié

Il calciatore rossonero, infatti, ha abbandonato il terreno di gioco intorno alla mezz’ora di gioco per un problema fisico. Kessié si è accasciato a terra dopo un movimento innaturale, dovuta probabilmente a una forte contusione al fianco. Pur uscendo dal campo senza l’ausilio della barella, il giocatore non è riuscito a trattenere le lacrime, che potrebbero far pensare a un guaio più grave. Una volta tornato in Italia, effettuerà tutti gli esami strumentali del caso per determinare l’entità dell’infortunio. L’auspicio è che Stefano Pioli possa comunque averlo a disposizione per il derby contro l’Inter di sabato 5 febbraio alle ore 18:00.

Kessié in uscita dal Milan? Le voci sul suo conto

Ricordiamo che il centrocampista ivoriano è in scadenza di contratto e l’intesa con il Milan per prolungare la sua avventura con i rossoneri è piuttosto lontana. Infatti, Kessié chiede ben 8 milioni di euro per il rinnovo, una cifra fuori budget per la società meneghina. A tal proposito, è molto probabile l’addio a fine stagione a parametro zero. Secondo le ultime di mercato, il suo agente Atangana ha incontrato il Barcellona, con il club blaugrana che ha espresso un certo interesse. Oltre agli spagnoli, però, Kessié è finito anche nel mirino del Tottenham di Conte e della Juventus di Allegri.

INFORTUNIO IBRAHIMOVIC, LE NEWS DAL MILAN E DA PIOLI: I TEMPI DI RECUPERO