Infortunio Federico Chiesa: quando rientra l’attaccante della Fiorentina

11 marzo 2019 - Luca Guerra

Ecco le condizioni di Federico Chiesa, uscito in lacrime nel primo tempo di Fiorentina-Lazio. L'attaccante di Pioli rischia l'esclusione

Il big match della 27^ giornata, Fiorentina-Lazio, si è concluso con il risultato di 1-1. Un solo punto per le squadre di Pioli e Inzaghi, che perdono una chance importante. La viola infatti avrebbe potuto avvicinarsi alla zona Europa League e invece si ritrova a 37 punti, dietro la Sampdoria. I biancocelesti hanno invece 42 punti, con una vittoria che avrebbe potuto lanciarli alle spalle dell’Inter, a 44 punti, in attesa di Roma-Empoli.

Vantaggio di Immobile al 23’ e pareggio del solito Muriel al 61’, con la Fiorentina che ha però dovuto fare a meno di Federico Chiesa. Nel corso del primo tempo il talento della viola ha infatti lasciato il campo, chiedendo il cambio a causa di un problema al retto dell’addome. Si tratta di una problematica già accusata nel corso dei giorni precedenti la gara, il che lo aveva messo nella lista degli incerti per una maglia da titolare. Pioli lo ha infine convocato per la 27^ giornata ma la problematica si è acuita durante la sfida e ora si attendono ulteriori analisi.

Infortunio al retto dell’addome: i tempi di recupero per Federico Chiesa

Al termine della sfida tra Fiorentina e Lazio è Stefano Pioli ha fare chiarezza sulle condizioni di Chiesa, uscito dal campo in lacrime nel corso del primo tempo. Il tecnico ha tessuto le lodi del proprio calciatore, spiegando come sia sempre pronto a dare il massimo per la maglia. Questo lo ha portato a stringere i denti, così da poter fronteggiare la Lazio in un match molto importante. Ha dovuto però fare i conti con un risentimento addominale. Le lacrime in panchina si spiegherebbero dunque così, generate in parte dal dolore percepito e in parte dal dispiacere di non poter offrire il proprio contributo.

Pioli ha però lasciato intendere che i tempi di recupero non saranno particolarmente lunghi. Spera infatti di poter già contare su Chiesa nel match fuori casa contro il Cagliari. Il calendario però non aiuta la viola, considerando come la 28^ giornata la vedrà scendere in campo per prima, venerdì 15 marzo alle 20.30. Pochi giorni dunque per rimettere in sesto l’attaccante, che potrebbe accomodarsi in panchina nella sfida contro i sardi o magari tornare tra i convocati a fine mese contro il Torino di Mazzarri.

Chiesa infortunato: come cambia la probabile formazione della Fiorentina

Non sarà facile per la Fiorentina avere la meglio del Cagliari nella 28^ giornata di serie A. La viola non può permettersi di perdere altri punti preziosi in chiave Europa. In campo però mancherà probabilmente Federico Chiesa, alle prese con un infortunio addominale. Pioli non lo rischierà, a meno che non giungano garanzie dallo staff medico. È infatti preferibile consentirgli di riposare, evitando un infortunio più grave.

A questa Fiorentina manca però un vero e proprio sostituto del talento 21enne, che in campo è un trascinatore oltre che un attaccante di gran classe. La soluzione adottata contro la Lazio a gara in corso potrebbe essere quella confermata anche in casa del Cagliari. Mirallas in campo al posto di Chiesa, che ha bisogno di rallentare il passo. Il 31enne belga ha dimostrato contro la Lazio di star vivendo un ottimo periodo di forma. È lui a dare animo alla Fiorentina nel secondo tempo e per questo è il netto favorito per la prossima giornata di campionato, con Pioli che potrebbe preferirlo a Gerson.

Proprio di Mirallas l’assist per Muriel, valso l’1-1 finale, con un ottimo dribbling sulla fascia a superare Radu. È questo tipo di giocate che Pioli si aspetta da lui contro Pavoletti e compagni, con Chiesa che per una volta potrà togliersi dalle spalle il gravoso peso di una maglia cui tiene in maniera viscerale.

News SUPERSCUDETTO.IT