Infortunio Abraham, le news dalla Roma e i tempi di recupero

13 Ottobre 2021 - Francesco Fragapane

Tegola in casa Roma: nella sfida tra Inghilterra e Ungheria (1-1), Tammy Abraham è stato costretto a uscire anzitempo per un infortunio ancora da valutare.

Gioca a Superscudetto

Rischio tegola in casa Roma a quattro giorni dal big match contro la Juventus. Nella sfida di ieri sera tra Inghilterra e Ungheria, terminata 1-1, il CT inglese Gareth Southgate ha fatto entrare l’attaccante giallorosso Tammy Abraham al 76′. La sua gara, però, è finita anzitempo al 3′ di recupero con il giocatore costretto a uscire per un infortunio ancora da valutare.

JUVENTUS-ROMA, LE PROBABILI FORMAZIONI

Le condizioni di Abraham

Non si sa ancora molto circa l’entità dell’infortunio di Abraham, se si tratti di un problema muscolare alla coscia destra o di una forte botta alla caviglia destra. Il calciatore è atteso oggi nella Capitale, dove svolgerà i consueti esami strumentali che diranno qualcosa in più sul suo stop. In ogni caso, al momento, Abraham è in forte dubbio per la sfida dell’Allianz Stadium contro la Juventus, quest’ultima già priva di Morata.

Come cambia la Roma

L’eventuale forfait di Abraham costringerà ovviamente Mourinho a trovare una nuova soluzione per sopperire all’assenza del bomber inglese. La prima ipotesi, quella più scontata, è l’inserimento di Eldor Shomurodov, in campo ieri pomeriggio con il suo Uzbekistan nel pesante 3-0 subìto contro la Giordania. Più remota, invece, la possibilità di vedere a sorpresa Borja Mayoral dal 1′, che però si candida quantomeno per entrare a gara in corso.

CONSIGLI FANTACALCIO, CHI SCHIERARE PER LA SETTIMA GIORNATA

Come sta Pellegrini?

Il capitano della Roma nella giornata di ieri era assente dall’allenamento per un attacco febbrile. A quattro giorni dalla gara contro la Juventus, non dovrebbero esserci sorprese circa un suo impiego, fondamentale per provare a trascinare la Roma verso un risultato positivo in un campo storicamente complicato.

INFORTUNIO MAIGNAN, LE NEWS DAL MILAN: QUANTE PARTITE SALTERÁ?