Come cambia la Juventus con Maurizio Sarri

16 giugno 2019 - Enrico Gorgoglione

Inizia l'era di Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus: dal calciomercato al modulo, come cambiano i nerazzurri con il nuovo allenatore

CALCIOMERCATO LIVE, LE NEWS DI OGGI

CALCIOMERCATO JUVE, NEWS E TRATTATIVE DI OGGI

Maurizio Sarri è ufficialmente il nuovo allenatore della Juventus. Dopo settimane di indiscrezioni, ipotesi e voci di mercato, il club bianconero ha annunciato attiravo i suoi canali ufficiali l’arrivo del tecnico toscano. Il successore di Massimiliano Allegri è proprio Maurizio Sarri, colui che era riuscito due stagioni fa a contendere fino alla fine lo scudetto alla Juventus. La società bianconera cambia radicalmente direzione e si affida alle capacità di un allenatore che aveva incantato con il suo gioco nel triennio vissuto a Napoli e che in Inghilterra nella sua prima e unica stagione al Chelsea ha conquistato l’Europa League e un piazzamento in Champions League.

L’arrivo di Maurizio Sarri è però qualcosa in più di un semplice cambio di panchina, è un’altra storia, come commentato da Gianluigi Buffon in una recente intervista. Il suo arrivo porterà cambiamenti radicali anche e soprattutto dal punto di vista tattico. Come cambierà la Juventus con il nuovo allenatore? Cosa devono aspettarsi i tifosi bianconeri e anche i fantallenatori in vista della prossima stagione? Proviamo a capire quali novità porterà il nuovo allenatore.

Le esperienze con Napoli e Chelsea

La Juventus di Maurizio Sarri dovrebbe partire dal modulo 4-3-3. Un dogma mai abbandonato dall’allenatore toscano che dopo aver condotto l’Empoli alla salvezza con l’utilizzo del trequartista, a Napoli ha offerto il miglior calcio grazie al passaggio al 4-3-3. Nel triennio azzurro Sarri ha trasformato Mertens in falso nueve dando una nuova fisionomia a tutta la squadra e trasmettendo una mentalità offensiva apprezzata in Italia e all’estero. Con l’arrivo al Chelsea l’allenatore non ha cambiato il suo modulo ma ha plasmato le sue idee di gioco a seconda dei calciatori a disposizione. Non più elementi di sistema, ma top player in grado di fare la differenza e liberi di poter agire senza troppe costrizioni tattiche. Un calcio più concreto, con singoli calciatori che gli hanno permesso di evolvere il suo concetto di gioco collettivo.

La Juventus, Sarri e il modulo 4-3-3: spazio per Higuain e Rugani?

L’arrivo di Maurizio Sarri stravolge ovviamente anche le strategie di mercato della Juventus. L’allenatore toscano potrebbe infatti dare maggiore spazio a Daniele Rugani, vero pupillo avuto che ha esordito in Serie A ai tempi dell’Empoli quando ad allenare la squadra toscana era proprio. In questa stagione collezionò 38 presenze e realizzò 3 gol mettendosi in mostra per personalità e senso di posizione. Inoltre riuscì a concludere la stagione senza ricevere un’ammonizione. Un altro elemento che potrebbe essere rivitalizzato da Sarri è Gonzalo Higuain, di ritorno dal prestito al Chelsea. Con l’allenatore originario di Figline, l’argentino ha conquistato il record di gol in una stagione in serie A con la maglia azzurra. Terminale offensivo della squadra, è stato espressamente richiesto anche al Chelsea per migliorare la fase offensiva dei Blues.

L’ipotesi 4-3-1-2 e il ruolo di Cristiano Ronaldo

Sia Rugani che Higuain però potrebbero essere valide alternative ai titolari. Il 4-3-3 di Maurizio Sarri spinge all’ipotesi di vedere Cristiano Ronaldo agire come prima punta. Ai suoi lati dovrebbero esserci esterni veloci e tecnici in grado di mettere nelle migliori condizioni la stella portoghese. In caso contrario CR7 agirà sulla sinistra, con una punta centrale e un esterno a completare il tridente. Mandzukic potrebbe partire in caso di arrivo di un’altra punta, mentre Dybala e Bernardeschi si giocheranno un posto da titolare nel tridente. In caso di passaggio al 4-3-1-2, sia l’argentino che l’ex Fiorentina potrebbero giocare da trequartista dietro le due punte.

Tra gli uomini che saranno sicuramente fondamentali per la Juventus di Maurizio Sarri ci sarà Miralem Pjanic, fulcro del centrocampo. Ai lati del bosniaco dovrebbero agire il nuovo acquisto Ramsey e Matuidi, anche se la Juventus sogna il colpo da 90: Paul Pogba o Milinkovic-Savic. Emre Can è pronto a sostituire Pjanic in caso di turnover, anche se l’ipotesi Bentancur potrebbe prendere piede. In difesa detto di Rugani, conferme per Chiellini e Bonucci con la possibilità anche di puntare ad un quarto centrale. Per gli esterni si punterà ad Emerson Palmieri, avuto da Sarri al Chelsea e calciatore che potrebbe trasferirsi alla Juventus. In lizza c’è anche Marcelo, come riportano alcune indiscrezioni dalla Spagna. Nel lotto degli esterni Cancelo e Alex Sandro sono in uscita, mentre le riserve potrebbero essere De Sciglio e Spinazzola. Clicca qui e ricevi gratis le notizie di Sky Sport su Whatsapp

Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più

I più letti di SKYSPORT.IT

vai a skysport.it
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!