Come cambia la Fiorentina con Prandelli

10 Novembre 2020 - Enrico Gorgoglione

La probabile nuova formazione della Fiorentina dopo l'addio di Iachini e l'arrivo di Prandelli, chiamato a dare una svolta alla stagione viola

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

La Fiorentina ha deciso di voltare pagina, di cambiare e dunque esonerare Beppe Iachini. C’è ancora molto tempo per dare la giusta svolta a questa difficile stagione, mirando principalmente alla salvezza e, perché no, all’Europa League.

Ad oggi la Fiorentina vanta otto punti in classifica, che valgono il dodicesimo posto in classifica. Punti che consentono un vantaggio sul terzultimo posto di appena tre lunghezze. La panchina verrà affidata a Prandelli, nel tentativo di responsabilizzare la squadra e fare in modo che una ventata di freschezza porti giovamento alla classifica.

ITALIA, IL CALENDARIO DELLE PROSSIME GARE

Come cambia la Fiorentina con Prandelli

La Fiorentina direbbe addio al 3-5-2 con Prandelli, proponendo una difesa a quattro, inserita in un 4-2-3-1. Segnali dati dallo stesso tecnico, che negli ultimi mesi era stato chiamato in causa per dare un giudizio sulla viola e la sua stagione.

La linea difensiva titolare potrebbe essere composta da Lirola, Milenkovic, Pezzella e Biraghi. A difendere la retroguardia ci sarebbero Amrabat e Pulgar, per poi lasciare spazio al terzetto da schierare alle spalle dell’unica punta. Tanta qualità con Callejon, Castrovilli e Ribery, sfruttando anche le capacità dell’ex Napoli di tornare in difesa, se necessario.

L’arrivo di Prandelli potrebbe però mettere in ombra Kouamé, che il tecnico non sembra vedere come centravanti. In quel posto dovrebbe trovare la titolarità Vlahovic, che a Firenze ha già avuto modo di mostrare le proprie doti. Ecco dunque la probabile formazione della nuova Fiorentina, che potrà essere schierata in campo dopo la sosta per le Nazionali:

Fiorentina (4-2-3-1): Dragowski; Lirola, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Amrabat, Pulgar; Callejon, Castrovilli, Ribery; Vlahovic