Juventus, Khedira torna in gruppo: cosa cambia per Allegri

22 Marzo 2019 - Francesco Fragapane

Sami Khedira è pronto a tornare ad allenarsi. I test sono positivi e il centrocampista tedesco è pronto a rimettersi in sesto per Allegri e la Champions League

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

La Juventus di Allegri si prepara a fronteggiare una fase alquanto delicata del proprio calendario, nella quale avrà bisogno di poter contare su quanti più uomini possibile. Al ritorno in campo dopo la pausa per le nazionali i bianconeri dovranno fronteggiare l’Empoli in casa e il Cagliari in trasferta. Impegni non particolarmente gravosi, considerando la qualità della rosa della capolista, al punto che Cristiano Ronaldo potrebbe restare in panchina o non essere convocato per uno dei due.

A partire dal 6 aprile però il calendario si farà fitto di match di gran livello, con Allegri che allora potrà contare a pieno sul recuperato Sami Khedira. Il centrocampista tedesco potrà a breve dare inizio al percorso di recupero della forma fisica, avvicinandosi alla data del ritorno in campo, quando potrà aiutare i propri compagni non soltanto a conquistare l’ennesimo scudetto, con un vantaggio di 15 punti sul Napoli, ma a portare a Torino la tanto ambita Champions League.

Juventus, le condizioni di Khedira

La Juventus ha rilasciato una nota in merito alle condizioni di Sami Khedira, che lo scorso 20 febbraio si era dovuto sottoporre a uno studio elettrofisiologico e in seguito all’ablazione del focus aritmogeno atriale. Dopo tanti infortuni subiti in carriera, il centrocampista tedesco ha dovuto fronteggiare dei problemi cardiaci, che hanno portato subito il club a porlo fuori rosa, in attesa che fosse pienamente in grado di sottoporsi allo stress di allenamenti e partire. Quel momento è arrivato, con Khedira che ha superato gli accertamenti cardiologici e potrà dunque riprendere l’attività sportiva.

L’aritmia lo aveva fermato alla vigilia di una delle sfide più importanti della stagione, quella dell’andata di Champions League contro l’Atletico Madrid. Una gara persa dalla Juventus per 2-0, con l’ex Real costretto a guardarla da casa. Allo stesso modo però ha potuto godere della gigantesca prestazione dei suoi compagni al ritorno, con la tripletta di Ronaldo che gli consentirà di tornare tra i convocati contro l’Ajax il 10 aprile.

Juventus, Khedira è l’arma per la Champions League

Allegri si gode l’esplosione definitiva di Bernardeschi, finalmente conscio delle proprie capacità, come dimostrato in Juventus-Atletico all’Allianz Stadium. Il tecnico sarà però particolarmente felice di poter tornare a contare sul centrocampista tedesco. Questi, così come l’ex Fiorentina, potrebbe rappresentare l’arma in più per il successo in Champions League.

Se è vero che Cristiano Ronaldo è il grande trascinatore di questa squadra, è innegabile l’apporto che Khedira è in grado di dare nelle sfide cruciali, in termini di prestazioni e gol. Le sue capacità d’inserimento potrebbero danneggiare qualsiasi difesa ed è tempo che i bianconeri tornino a goderne. La prima convocazione potrebbe già arrivare contro l’Empoli ma di certo lo si terrà in caldo per la gara di Coppa. Il calendario porterà ad affrontare dal 6 aprile al 12 maggio Milan, Ajax per due volte, Fiorentina, Inter, Torino e Roma. Il tutto complicato ulteriormente dall’eventuale passaggio del turno, che aggiungerebbe altri due match a questo già ricco calderone. Ora più che mai c’è bisogno di Khedira.