Classifica Serie A, il confronto con la passata stagione dopo 24 giornate

19 febbraio 2019 - Enrico Gorgoglione

Dal Napoli alla Sampdoria, tante le squadre che stanno accusando un netto calo in classifica rispetto alla scorsa stagione. Ecco un confronto tra le due annate

La 24^ giornata di serie A si è conclusa e, giunti al quinto turno del girone di ritorno, è possibile osservare la classifica ed evidenziare come alcune sentenze, seppur non ufficiali, sembrano ben più certe di altre. La Juventus ha ulteriormente allungato il proprio vantaggio sul Napoli, che nelle ultime due gare non ha trovato la via del gol. Ben 13 punti di distanza tra primo e secondo posto, con le difficoltà della squadra di Ancelotti che hanno ridato speranza all’Inter in un aggancio che sembrava molto difficoltoso.

Il gruppo di Spalletti è infatti dietro di sette lunghezze. La stessa distanza che intercorre tra Chievo e Frosinone, con i veronesi sempre più vicini alla serie B. La squadra di Di Carlo dista dodici punti dall’Empoli, oggi prima delle squadre salve in serie A. Un’impresa davvero titanica, come poteva sembrare a inizio stagione quella dell’Atalanta, se qualcuno l’avesse posta tra le favorite per un posto in Champions League. Gli uomini di Gasperini però hanno collezionato 38 punti e, nonostante la sconfitta contro il Milan, sono ancora a quattro lunghezze dal quarto posto. Sarà lotta dura fino alla fine tra Milan, Roma, Atalanta e Lazio, con l’Inter che non può di certo ignorare le inseguitrici, considerando anche la delicata sfida alla Fiorentina nella 25^ giornata.

Classifica Serie A, confronto con la stagione 2017-18

Anche in questa stagione la lotta per la Champions risulta più agguerrita di quella scudetto. Ciò è dovuto alla crescita di alcune compagini, evidente se si confrontano le classifiche dell’annata 2017-18 a quella attuale, così come al netto peggioramento di altre.

Il Napoli ha cambiato guida tecnica, pagando il primo anno d’assestamento di Ancelotti con 10 punti in meno in classifica. Lo scorso anno il Napoli era primo alla quinta giornata di ritorno, dopo aver però appreso perfettamente i meccanismi del gioco di Sarri. Netto peggioramento anche per Roma e Lazio, che si ritrovano rispettivamente con sei e otto punti in meno. Migliora invece il rendimento della Juventus, che con Ronaldo ha quattro punti in più. Gli stessi che aiutano il Milan di Gattuso a tener saldo il quarto posto, nonostante un’annata particolarmente difficile.

L’Atalanta resta stabile, con un solo punto in più rispetto allo scorso anno, ma tanto basta per ritrovarsi lì in alto. Il Sassuolo dimostra di poter iniziare un nuovo ciclo con De Zerbi, vantando oggi una classifica più ricca di sette punti. Decisamente pesanti invece i cali subiti da Sampdoria e Udinese, indietro di 8 e 11 lunghezze rispetto al rendimento passato.

Juventus 66 (+4)

Napoli 53 (-10)

Inter 46 (-2)

Milan 42 (+4)

Roma 41 (-6)

Atalanta 38 (+1)

Lazio 38 (-8)

Fiorentina 35 (+4)

Torino 35 (-1)

Sampdoria 33 (-8)

Sassuolo 30 (+7)

Parma 29 (in Serie B)

Genoa 28 (+1)

Cagliari 24 (-1)

Udinese 22 (-11)

Spal 22 (+6)

Empoli 21 (in Serie B)

Bologna 18 (-9)

Frosinone 16 (in Serie B)

Chievo 9 (-13)