Classifica marcatori ponderata Serie A, allunga Fabio Quagliarella

21 marzo 2019 - Enrico Gorgoglione

Anche nella classifica marcatori ponderata trionfa Fabio Quagliarella. L'attaccante della Sampdoria allunga su Piatek e Cristiano Ronaldo grazie al gol contro il Sassuolo

Anche nella classifica marcatori ponderata è Fabio Quagliarella il trionfatore indiscusso. Approfittando della sosta per le Nazionali, l’ultima di questa stagione, c’è tempo per fare bilanci e per capire l’andamento attuale dei singoli calciatori e delle squadre. L’attaccante della Sampdoria, convocato proprio per i prossimi impegni dell’Italia, è primo anche in questa speciale classifica che valuta il il peso di un gol a seconda dell’importanza rispetto al risultato nel momento in cui è stato segnato.

La classifica ponderata e l’utilità di Quagliarella

Per stilare questa classifica si utilizzano dei parametri precisi. Viene assegnato un valore (da 1 a 0,015) ad ogni gol realizzare. Ad esempio che una rete, nel momento in cui viene segnata, fa pareggiare o andare in vantaggio la propria squadra ha un valore pari a 1; se riduce lo svantaggio da 2 a 1 gol o aumenta il vantaggio da 1 a 2 gol ha un valore pari a 0,5. A comandare la graduatoria è Fabio Quagliarella che ha allungato con la sua quarta marcatura di “categoria 2”. Il 2-0 parziale in Sassuolo-Sampdoria è decisivo per staccare Piatek e Cristiano Ronaldo, fermi nella 28^ giornata di serie A.

Al quarto posto con 13,438 conferma per Duvan Zapata, mentre al quinto posto Caputo dell’Empoli ha superato Ciro Immobile grazie al gol del momentaneo 1-0 in Empoli-Frosinone. Cresce anche Petagna, decisivo nella sfida Spal-Roma, così come Milik autore del gol fondamentale per battere le resistenze dell’Udinese al San Paolo. Nella stessa sfida anche Dries Mertens sale in classifica e raggiunge quota 6,125. Nel complesso però l’attaccante del Napoli risulta poco decisivo in questa stagione avendo segnato appena quattro reti di “categoria 1” su nove e quattro di “categoria 2”.

Classifica ponderata, male Chiesa e Babacar

La top 10 viene chiusa da Pavoletti, fermo a quota 9,000 e Belotti a quota 8,500. Ad un passo dai primi dieci c’è Maurito Icardi che ora potrebbe rimpinguare il suo bottino di 8 gol di prima categoria con il rientro in campo con l’Inter. Nella top 30 arrivano Ilicic, decisivo per l’1-1 in Atalanta-Chievo e Joao Pedro che ha aperto le marcature in Cagliari-Fiorentina. Curioso invece il caso di Federico Chiesa, ancora poco decisivo con le sue realizzazioni: 3,375 Gol Ponderati a fronte di sei reti totali segnate. Ancora peggio Babacaral settimo gol stagionale, nessuno dei quali decisivo (questa volta il 3-5 finale del Sassuolo contro la Sampdoria).

  1. Quagliarella 16,750
  2. Piatek 15,500
  3. Cristiano Ronaldo 15,000
  4. Zapata 13,438
  5. Caputo 11,000
  6. Immobile 10,750
  7. Petagna 10,500
  8. Milik 9,625
  9. Pavoletti 9,000
  10. Belotti 8,500
Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!