Calendario Serie A, le partite della 38^ giornata

25 maggio 2019 - Enrico Gorgoglione

Il calendario della 38^ giornata di serie A, ultima in programma per la stagione 2018-2019, che si concluderà nella serata di domenica 26 maggio

L’ultima giornata della stagione di serie A, la 38^ del campionato, promette battaglia. Si risolveranno tra sabato e domenica tutte le questioni ancora aperte, in riferimento alla corsa per la Champions League e alla corsa salvezza. Nel primo caso le contendenti sono quattro, alle spalle di Juventus e Napoli. L’Atalanta e l’Inter hanno il destino nelle proprie mani, dovendo rispettivamente vincere per assicurarsi il terzo e quarto posto. A sperare in un loro passo falso è il Milan, che ha la possibilità di operare il sorpasso, potenzialmente a entrambe. Più staccata la Roma, che dovrà vincere nell’ultima gara di De Rossi con la maglia giallorossa, sperando nel doppio stop delle milanesi. Intanto l’Empoli sogna il successo a San Siro, che garantirebbe la salvezza, complicando la vita del Genoa, impegnato nel faccia a faccia in casa della Fiorentina.

Serie A, il calendario della 38^ giornata

  • Frosinone-Chievo, sabato 25 maggio ore 18.00
  • Bologna-Napoli, sabato 25 maggio ore 20.30
  • Torino-Lazio, domenica 26 maggio ore 15.00
  • Sampdoria-Juventus, domenica 26 maggio ore 18.00
  • Atalanta-Sassuolo, domenica 26 maggio ore 20.30
  • Cagliari-Udinese, domenica 26 maggio ore 20.30
  • Fiorentina-Genoa, domenica 26 maggio ore 20.30
  • Inter-Empoli, domenica 26 maggio ore 20.30
  • Roma-Parma, domenica 26 maggio ore 20.30
  • Spal-Milan, domenica 26 maggio ore 20.30

Serie A, il programma delle gare

Anticipi di sabato: Frosinone-Chievo e Bologna-Napoli

Nessun reale obiettivo nelle due gare in programma sabato 25 maggio. Scenderanno in campo per prime Frosinone e Chievo, ovvero due squadre ormai retrocesse da tempo. Un confronto utile unicamente per salutare i propri tifosi e alcuni calciatori, come ad esempio Pellissier, giunto al suo ultimo passo da calciatore. Per lui è pronto un futuro da dirigente. L’altro match è invece Bologna-Napoli, con la squadra di Mihajlovic che ha raggiunto la salvezza nella gara pareggiata all’Olimpico contro la Lazio. Il Napoli è ormai certo del secondo posto Champions da tempo, così Ancelotti proverà alcuni test in quest’ultima giornata, utili anche in chiave mercato.

La partita delle 15: Torino-Lazio

Una sfida che, dopo la sconfitta dei granata per 4-1 in casa dell’Empoli, ha perso ogni valore. La Lazio ha vinto la Coppa Italia, dunque è certa di un posto in Europa League. Il Torino è invece costretto a ritentare la scalata all’Europa nella prossima stagione. Un boccone amaro da digerire per il gruppo di Mazzarri.

La partita delle 18: Sampdoria-Juventus

Allegri e Barzagli sono al capitolo conclusivo della loro storia con la Juventus. I due saluteranno in casa della Sampdoria, dopo la commozione allo Stadium. Nessun reale obiettivo, se non la voglia di proporre una gara interessante. L’unico ad avere ancora un traguardo da raggiungere è Quagliarella, che punta al titolo di capocannoniere della serie A, fronteggiando un Ronaldo ampiamente staccato in classifica.

I posticipi della domenica: in campo Fiorentina, Genoa, Inter, Roma, Atalanta e Milan

L’Atalanta dovrà affrontare in casa il Sassuolo. La squadra di De Zerbi non ha più nulla da chiedere a questa stagione, ma di certo continuerà a proporre il proprio gioco offensivo. Gli orobici non possono permettersi di perdere punti, considerando il rischio concreto di sorpasso. Una sconfitta o un pareggio aprirebbero le porte a uno scenario sorprendente, con il Milan di Gattuso in Champions e Gomez e compagni in Europa League. I bergamaschi hanno però il destino nelle proprie mani. Un successo per evitare qualsiasi calcolo.

L’Udinese non rischia nulla in questa giornata. È infatti l’unica squadra in zona retrocessione a non doversi preoccupare del risultato, considerando gli scontri diretti. Sarà dunque una gara serena in casa del Cagliari. Ben più complesso invece il confronto tra Fiorentina e Genoa. Le due squadre rischiano concretamente la retrocessione. La viola non ha ancora conquistato la prima vittoria dall’arrivo di Montella, assente per squalifica. Il gruppo di Prandelli ha invece iniziato la propria discesa dall’addio di Piatek. I rossoblu sono attualmente al terzultimo posto e, oltre a vincere, dovranno fare attenzione ai risultati delle dirette avversarie, Empoli su tutte.

Il gruppo di Andreazzoli giocherà a San Siro contro l’Inter. I toscani sono particolarmente agguerriti e intendono conquistare la salvezza attraverso il proprio gioco offensivo. I quattro gol rifilati al Torino lasciano ben sperare, con il gruppo di Spalletti che non sta vivendo il suo periodo migliore.

Le ultime due gare sono Roma-Parma e Spal-Milan. Giallorossi e rossoneri hanno un solo risultato possibile, la vittoria, per poi guardare le avversarie. Gattuso e i suoi hanno però maggiori chance di ritrovarsi in Champions al termine di questa giornata. Basterebbe un semplice passo falso da parte delle attuali terza e quarta in classifica.

Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più

I più letti di SKYSPORT.IT

vai a skysport.it
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!