Serie A, il calendario delle partite di oggi

25 novembre 2018

In Serie A tra gli incontri della domenica spicca Lazio-Milan, gara d'alta classifica. Interessanti anche altri incroci, come il derby di Genova e quello emiliano tra Parma e Sassuolo. Fiorentina a Bologna in cerca di risposte

La 13/a giornata di Serie A propone come al solito un programma variegato e suddiviso in diversi orari per quanto riguarda le gare della domenica. Apre le danze l’interessante derby d’Emila, Parma-Sassuolo.

Le partite di oggi: l’anticipo delle 12:30 è Parma-Sassuolo

Una partita per capire quanto in là possano spingersi le ambizioni di entrambe le compagini. I ducali stazionano a centro classifica ma molto vicino ai margini della zona Europa. Due punti più in su, a quota 19, ci sono invece i neroverdi di Roberto De Zerbi che giocano bene ed intendono dare continuità ad un girone di andata sin qui molto positivo.

Le partite di oggi: in campo Napoli, Fiorentina e Atalanta

Di pomeriggio seguono tre gare; l’unica big in campo alle 15:00 sarà il Napoli, che sarà a conoscenza del risultato della Juventus impegnata sabato e punterà forte a ridurre oppure a mantenere invariate le distanze con i principali rivali per lo scudetto. La partita con il Chievo affidato ora a Domenico Di Carlo e fanalino di coda appare senza storia e gli azzurri guidati da Carlo Ancelotti dovrebbero centrare una facile vittoria. In contemporanea al ‘Dall’Ara’ andrà in scena il derby degli Appennini, Bologna-Fiorentina. Per entrambe le formazioni il pareggio serve a poco, c’è bisogno di una vittoria.

I felsinei vorranno vincere per mettersi quante più concorrenti alle spalle in zona salvezza, i toscani intendono invece rilanciare le proprie ambizioni e capire se l’obiettivo di un piazzamento nelle competizioni internazionali può essere alla portata, dopo cinque turni deludenti che hanno portato nel carniere dei viola di Stefano Pioli soltanto quattro punti ed una involuzione preoccupante di gioco ed efficacia del proprio reparto offensivo. Chiude il computo dei match pomeridiani Empoli-Atalanta. Entrambe le squadre vivono un buon momento. Gli azzurri sono apparsi rivitalizzati dalla cura Iachini, il quale ha centrato una importante vittoria contro la pari classifica Udinese al suo esordio. I bergamaschi di contro hanno le ali ai piedi dopo aver demolito l’Inter e rispetto ad un inizio di campionato decisamente sottotono.

Serie A, il match di cartello è Lazio-Milan

Si prosegue poi alle ore 18:00 con Lazio-Milan, l’incontro di cartello di questo 13° turno. Biancocelesti e rossoneri occupano ‘la parte bassa’ della zona Champions League. L’impressione è che duelleranno per tutto il resto della stagione per il quarto posto assieme alla Roma, con Juve, Napoli ed Inter destinate al momento a sgomitare tra loro per le primissime posizioni. I padroni di casa non hanno mai vinto contro una diretta concorrente e per Simone Inzaghi è arrivato il momento di invertire questo trend negativo. Lo stesso vale anche per la squadra di Rino Gattuso, per la quale fa eccezione però il 2-1 inferto alla Roma della terza giornata. La sconfitta contro la Juventus dell’ultimo turno ha lasciato comunque la rabbia e la determinazione giuste per cercare di imporsi in un big match come quello di oggi. Non mancano però i grattacapi al tecnico rossonero Gattuso, che deve fare i conti con una sfortunata serie di infortuni e con una vera e propria emergenza in difesa.

Domenica sera col derby di Genova

La domenica si chiude con la sempre suggestiva stracittadina tra le due principali compagini della Liguria. Il “Ferraris” sarà teatro del derby della Lanterna, Genoa-Sampdoria, un match di grande impatto anche nel ricordo del crollo del ponte Morandi. Una gara che da sempre si presta alla tripla per quanto riguarda il risultato finale, a prescindere dall’andamento di entrambe le squadre in classifica. Il momento sia per i rossoblu che per i blucerchiati non è affatto positivo. Tanto gli uomini di Juric quanto quelli di Giampaolo sono reduci da tre sconfitte consecutive. La panacea di tutti i mali potrebbe essere proprio un successo contro i “cugini”, anche perché in caso contrario Juric rischia la panchina. La coda della Serie A infine vedrà Cagliari e Torino affrontarsi lunedì sera in Sardegna. Pavoletti e compagni necessitano di fare più punti in casa, allo scopo di trovare i punti salvezza che potranno fare la differenza a fine campionato. I granata paradossalmente vanno meglio lontani dalle mura amiche – dove non hanno mai perso – e sono intenzionati a proseguire questo andazzo.

Parma-Sassuolo ore 12.30
Bologna-Fiorentina ore 15.00
Empoli-Atalanta ore 15.00
Napoli-Chievo ore 15.00
Lazio-Milan ore 18.00
Genoa-Sampdoria ore 20.30

Lunedì 26 novembre 2018

Cagliari-Torino ore 20.30