Guardiola alla Juve: perché i tifosi continuano a cercare su Google?

5 giugno 2019 - Enrico Gorgoglione

Sarri sempre più vicino, Nedved e il Manchester City smentiscono ma i tifosi non mollano e cercano su Google con insistenza "Guardiola Juve". Proviamo a capire perché in tanti non vogliono rassegnarsi nonostante gli elementi concreti della vicenda dicano altro.

MERCATO JUVE: LE NEWS DI OGGI

I tifosi della Juventus continuano a sognare Pep Guardiola. Il popolo bianconero non si rassegna nemmeno quando sembra ormai sempre più imminente l’approdo a Torino di Maurizio Sarri. C’è voglia di Pep, di tiki-taka, di quel calcio caratterizzato dal possesso palla che ha portato il tecnico spagnolo a riscrivere la storia con il Barcellona. Un calcio esportato oltre i confini iberici: prima al Bayern Monaco in Germania prima e poi al Manchester City in Inghilterra. E adesso, gli juventini sognano di vederlo in Italia, nonostante le smentite legate al suo possibile approdo in bianconero. I tifosi continuano incessantemente a cercare su Google “Guardiola Juve”, è la prima parola chiave correlata con Juve e nei trend degli ultimi 7 giorni supera di gran lunga “Sarri Juve”.

Aggiormamento: Guardiola? No, Sarri alla Juve

Le ricerche, alla fine, non sono state supportate dalla realtà. La Juventus ha ufficializzato domenica 16 giugno l’arrivo in bianconero dell’ex allenatore di Napoli e Chelsea Maurizio Sarri. Sarà il toscano a prendere, quindi, il posto lasciato vuoto da Massimiliano Allegri ed è pronto a cambiare la Juve. Pep Guardiola, senza ulteriori colpi di scena, resterà al Manchester City, confermando tutte le smentite degli ultimi mesi, arrivate da tutte le parti in causa.

Smentita 1. Guardiola: “Non vado a Torino. Quante volte ve lo devo dire?”

Lo ha fatto Guardiola in ben due occasioni. Nella prima, dello scorso 17 maggio, il manager dei ‘Citizens’ ha dichiarato Non andrò in Italia, a Torino. Quante volte lo devo dire? Sono soddisfatto di lavorare con il Manchester City e con le persone che ci sono qui. Questo è quello che provo adesso, la prossima stagione potrebbe non essere così buona ma sarò l’allenatore del Manchester City”.

Smentita 2. Galassi, membro del board del Manchester City: “Notizia ridicola”

“Voglio chiarire una cosa una volta per tutte, perché evidentemente quello che ha dichiarato Guardiola – affermando che non andrà alla Juve – è una cosa rimasta nel vuoto”

Smentita 3. Paratici si unisce al coro.

Anche Fabio Paratici si sofferma sulla stranezza del mondo del calcio: non lo abbiamo mai contattato anche perché è sotto contratto con il Manchester City e per altre mille motivazioni. Ma questo è il nostro mondo e lo accettiamo.

Smentita 4. Anche Klopp conferma.

Cosa centra Jurgen Klopp? Indirettamente il tecnico tedesco, fresco vincitore della Champions League risponde al telefono. Dall’altra parte è Pep Guardiola che vuole complimentarsi con lui. “Ci siamo promessi calci nel sedere anche il prossimo anno in Premier”.

Smentita 5. Ancora Guardiola che guarda avanti

Dopo il 17 maggio Guardiola parla anche il 3 giugno sottolineando lo stesso concetto e andando anche oltre. “L’anno prossimo si riparte da zero”. il riferimento non è ovviamente a un cambio di panchina ma alla situazione del Manchester City in Premier League e al fatto che saranno – a suo parere – 5 le squadre che si contenderanno il titolo l’anno prossimo. Insomma parole proiettate al futuro in Premier.

Guardiola alla Juventus: i tifosi continuano a sognare. L’effetto Cristiano Ronaldo?

Eppure i tifosi della Juventus non mollano e continuano, imperterriti, a sperare nell’arrivo di Guardiola. Sognano una squadra che imponga il proprio gioco agli avversari dal primo all’ultimo minuto. Una squadra capace di dominare in Europa e riuscire a conquistare quella Champions League che manca dal 1996. Perché il calciomercato porta con sé sogni irrazionali che spazzano via ogni spiegazione razionale. Tra avvistamenti non verificati della moglie di Guardiola e del suo agente a Torino, e dello stesso Pep a Milano e susseguirsi di voci, il popolo bianconero spera ancora.

Basta la minima indiscrezione, vera o presunta, per tenere accesa la miccia della speranza. D’altronde, un anno fa, successe lo stesso con Cristiano Ronaldo. La notizia, arrivata come un fulmine a ciel sereno in una calda serata di inizio luglio, venne presa come una boutade. Con il passare dei giorni, si è trasformata da sogno a realtà, fino ad arrivare a quello che è stato definito come il trasferimento del secolo. La storia si ripeterà con Guardiola? Sognare, in fondo, non costa nulla.

Oltre al tema Cristiano Ronaldo, c’è anche da considerare la grande capacità “storica” della Juve di mettere a segno blitz di mercato inattesi. Si pensi al colpo Capello, quando buona parte degli addetti ai lavori erano convinti che il giorno dopo si sarebbe annunciato Deschamps, in vantaggio su un quotato Cesare Prandelli.

L’esclusione del Manchester City dalla Champions: l’altro elemento del sogno Guardiola.

L’altro elemento che in tutta questa vicenda destabilizza i tifosi è l’attesa per la sentenza che il Manchester City attende dalla Uefa. Il club inglese infatti era stato deferito per le violazione del fair play finanziario. “Se il City è fuori dalla Champions allora Pepe viene alla Juve” ecco il pensiero dei tifosi juventini che non a caso in questi ultimi giorni si appassionano alla tematica e vanno a cercare su google “sentenza city”.

Da dove vengono effettuate queste ricerche? Neanche a dirlo dalle regioni a forti tinte bianconere.

Sembrerebbe un meccanismo incontrollabile che solo l’annuncio del nuovo allenatore della Juve può arrestare il tam tam. A questo punto non resta che attendere la liberazione di Sarri dal Chelsea. O no? Nel frattempo, per i più realisti, ecco le certezze: CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE DI OGGI LIVE