Calciomercato Juve: Barella, Chiesa e Tonali nel mirino per un futuro italiano

13 novembre 2018

Calciomercato Juve, il club bianconero punta ad assicurarsi quelli che sono i migliori calciatori prodotti nelle nostre Serie A e B. La strada è già stata tracciata da un po', Federico Chiesa ed altri pronti a percorrerla?

La Juventus sta giocando da diverso tempo ormai un ruolo da dominatrice assoluta del calcio italiano, e non a caso. Il club bianconero vince campionati in fila ed ogni anno fa bella figura in ambito internazionale raccogliendo i frutti della sua strategia. Di anno in anno lo scouting dei pluricampioni d’Italia cerca di assicurarsi quelli che sono i migliori prospetti in Italia ed all’estero, e lo stesso vale anche per i calciatori affermati. Ne è un esempio l’eccellente campagna acquisti dell’ultimo calciomercato estivo, che ha portato nella Torino che vince gente come Cristiano Ronaldo, Joao Cancelo, Emre Can (quest’ultimo frenato da problemi di salute ma le cui qualità sono note) oltre al figlio prodigo Bonucci, tra gli altri. E nel passato più o meno recente come non citare Bernardeschi, Szczesny, Higuain, Pjanic…tutti elementi di primissimo piano, sottratti tra l’altro alle dirette rivali. C’è però bisogno di rinnovare tutti i reparti. Se la porta è stata sistemata per lungo tempo con l’acquisto di Perin dal Genoa, la difesa ha ritrovato la sua BBC con Barzagli, Bonucci e Chiellini. I quali però hanno un altro anno sulle spalle.

Calciomercato Juventus: Chiesa Jr, Barella e Tonali i prossimi obiettivi

E molti altri elementi in squadra hanno raggiunto ed anche superato i fatidici 30. La Juventus si rinnova nella dirigenza (è finito il ciclo Marotta) e continuerà a farlo anche nell’organico. Gli elementi che maggiormente vengono accostati ai bianconeri sono principalmente italiani, e tutti giovani ormai affermati o comunque in rampa di lancio. Si tratta soprattutto di Federico Chiesa della Fiorentina, che già è leader della Fiorentina a soli 21 anni, proprio come lo fu a suo tempo Bernardeschi. Il figlio del fortissimo papà Enrico costa molto, ma ben presto la sua volontà di volersi misurare con una realtà più ambiziosa potrebbe fare la differenza. Questo potrebbe propendere a prediligere i bianconeri anziché il Napoli, la rivale scudetto degli ultimi anni del sodalizio piemontese. Ma l’ambiente juventino è maggiormente dotato di dna vincente. Stesso discorso che si può fare nel caso di Nicolò Barella. Il centrocampista del Cagliari ha mostrato di avere grossi mezzi tecnici e caratteriali, sufficienti per assistere all’elogio pubblico di un signor allenatore come Carlo Ancelotti.

Il serbatoio bianconero è già ricco di energie fresche

Il giovane sardo ben presto approderà in una grande piazza e la sua squadra ne è consapevole. La Juve potrebbe essere una possibile destinazione. Anche in questo caso si lotta però col Napoli, e pure con l’Inter, squadra del cuore della famiglia Barella. Occhio infine anche a Sandro Tonali, talento purissimo del Brescia, classe 2000 e chiamato da Roberto Mancini nell’Italia. Tutte trattative che richiederanno esborsi notevoli. Si va dai circa 25 di Tonali ai 50-60 per Chiesa Jr. e Barella. Queste sarebbero le priorità in casa Juve, ovvero elementi giovani ed italiani da integrare a quelli già in orbita bianconera quali Cassata, Orsolini, Favilli, Magnani, Romagna ed altri. Nel frattempo si continuerà a fare affidamento sulla vecchia guardia ed anche su gente che comunque ha raggiunto una certa maturità, come Bernardeschi e Rugani. Il tutto in un mix di esperienza, qualità soprattutto caratteriale e forza fisica necessaria per il gioco muscolare che caratterizza il modo di imporsi in campo della Juventus e che vede il suo fulcro nel gioiellissimo Cristiano Ronaldo.