Calciomercato Inter, Solskjear frena l'affare Lukaku

10 luglio 2019 - Francesco Fragapane

Si complica l'affare Lukaku dopo le parole di Ole Gunnar Solskjear, allenatore del Manchester United. Prove d'intesa per Dzeko

SERIE A: LE ULTIME NEWS DEL MERCATO

Con la squadra dell’Inter a lavoro da qualche giorno nel ritiro di Lugano, la dirigenza nerazzurra prova ad accelerare le trattative per dare ad Antonio Conte i due attaccanti necessari per completare la rosa. Attualmente c’è solo Mauro Icardi in squadra che può ricoprire quel ruolo, una beffa paradossale considerando la scelta da parte della società di rinunciare all’argentino e di metterlo in vendita.

Proprio per questo l’Inter lavora su due trattative in contemporanea per ridurre i tempi e mettere a disposizione almeno una punta. Il primo nome della lista è quello di Romelu Lukaku, con i nerazzurri pronti a preparare la prima offerta per l’attaccante belga. Da settimane si lavora sull’affare con lo stesso Lukaku che ha da tempo dato l’ok per il trasferimento.

INTER, LA SEDE E LE DATE DEL RITIRO E IL CALENDARIO AMICHEVOLI

Nelle ultime ore però è arrivata una brusca frenata da Perth, in Australia, dove il Manchester United è impegnato in una tournée estiva. In conferenza stampa Ole Gunnar Solskjear, allenatore dei Red Devils, ha precisato che ci sono state molte speculazioni sui calciatori in rosa ma che ha parlato anche con Lukaku. Attualmente ha ribadito che non ci sono state offerte, che hanno tutti contratti a lunga scadenza e che il Manchester United non ha bisogno di vendere.

Vicino l’accordo per Edin Dzeko

Se Lukaku si allontana, Dzeko sembra avvicinarsi finalmente a vestire la maglia nerazzurra. L’attaccante bosniaco non ha accettato di buon grado il ritorno a Roma e sta spingendo per trovare una soluzione. Si lavora quindi tra le parti per trovare un’intesa con l’Inter che è arrivata a spingersi fino a 12 milioni per il cartellino del calciatore. Una cifra che potrebbe convincere la Roma finora ferma sempre a 20 milioni di euro come richiesta ufficiale.

Il passo in avanti fatto dalla società nerazzurra è stato accolto con ottimismo da Edin Dzeko che attende da settimane di poter finalmente mettersi a lavoro per Antonio Conte. I 12 milioni proposti potrebbero essere utili alla Roma per sferrare poi l’offensiva su Gonzalo Higuain, attaccante scelto per sostituire proprio Dzeko. Dopo giorni di gelo, anche a causa dell’inserimento dei giallorossi nella trattativa Barella, ora le parti tornano a dialogare e potrebbero finalmente giungere ad un accordo.

Fatta per Karamoh, Nainggolan valuta le offerte dalla Cina

L’Inter lavora anche in uscita e pian piano sta provando a piazzare tutti gli esuberi. Ormai fatta per Yann Karamoh al Parma, con la società nerazzurra che incassa 13 milioni di euro più il 50% di una futura rivendita da parte del Parma. Per il calciatore invece uno stipendio di 1,3 milioni a stagione per i prossimi 5 anni più bonus. In caso di cessione da parte dei ducali, ci sarà una sorta di diritto di prelazione, non ufficiale, per l’Inter se vorrà di nuovo puntare sul calciatore ex Caen.

INTER, CALENDARIO AMICHEVOLI 2019 E ICC

Sono invece due le offerte che Radja Nainggolan sta valutando per il futuro. Il problema nasce però dal fatto che il mercato in Cina si conclude il 31 luglio e quindi c’è fretta per chiudere eventuali trattative. Lo Shanghai Shenhua e il Dalian Yifang hanno dimostrato interesse per il centrocampista ma attualmente non sono ancora arrivate reali offerte. La richiesta ufficiale dell’Inter è cessione in prestito oneroso per 9 milioni di euro.

Per scoprire il riepilogo del calciomercato dell’Inter con cessioni, acquisti e trattative vai al TABELLONE.

CALCIOMERCATO: I COLPI UFFICIALI DELLA SERIE A

SERIE A: LE ULTIME NEWS DEL MERCATO

TAG: