Calciomercato Napoli, offerta per Lobotka, il Celta Vigo fa muro

16 gennaio 2019 - Francesco Fragapane

Il Napoli torna prepotentemente su Stanislav Lobotka. La prima offerta degli azzurri, che vogliono chiudere per gennaio, però non soddisfa il Celta Vigo

A sei mesi di distanza dai primi contatti con il Celta Vigo, il Napoli torna nuovamente su Stanislav Lobotka, regista slovacco classe 1994. Individuato come profilo in grado di sostituire Marek Hamsik, affascinato dalle sirene cinesi durante l’estate, il centrocampista aveva convinto pienamente il Napoli ma l’affare non si concretizzò. Nei pensieri della società c’era quel Fabian Ruiz, subito diventato pedina fondamentale nel gioco di Carlo Ancelotti. L’apprezzamento però resta e ora gli azzurri hanno deciso di riavviare i contatti. L’offerta è di 2 milioni di euro per il prestito e 18 per il diritto di riscatto. Una proposta importante ma che il Celta Vigo non ritiene soddisfacente per chiudere l’accordo. Per definire l’affare a gennaio, c’è la necessità di ritoccare entrambe le cifre. Del resto il Napoli ha già l’ok di Lobotka, già contattato in estate da Carlo Ancelotti.

Chi è Stanislav Lobotka, regista moderno del Celta Vigo

Una storia davvero particolare quella di Lobotka. Dopo aver giocato nel Trencin e nello Jong Ajax (squadra primavera dei lancieri), lo slovacco si è spostato in Danimarca nel Nordsjaelland fino ad arrivare al Celta Vigo. Tanta gavetta e poi la svolta arrivata grazie alla nazionale, la stessa di Hamsik e di Skriniar che spesso hanno sponsorizzato il loro connazionale. Stanislav si fece notare da mezza Europa grazie ad un Europeo Under 21 giocato da protagonista e che ha portato poi il club spagnolo a puntare tutto sul giovane regista. Negli ultimi anni il suo profilo ha attirato le attenzioni di Barcellona ed Inter, al punto da costringere il Celta a blindarlo con una clausola da 50 milioni di euro. Addirittura i blaugrana avevano pensato a Lobotka per sostituire la leggenda Andreas Iniesta.

L’agente descrive lo slovacco come «un Nainggolan che segna meno» e infatti in Spagna ancora non è riuscito ad entrare nel tabellino dei marcatori. Un’anomalia per un campionato ricco di gol, ma che non sorprendere perché i compiti di Lobotka sono altri. Piede destro, ma in grado di utilizzare anche il sinistro, è stato trequartista ai tempi delle giovanili ma ora viene schierato davanti alla difesa. Grande forza fisica, baricentro basso e in grado di recuperare numerosi palloni, sa impostare con efficacia e unire dinamismo e qualità. Un vero e proprio tuttocampista che potrebbe addirittura sostituire Allan, sempre attirato dall’interesse del Paris Saint Germain. Un profilo completo in grado di giocare in un centrocampo a due o a tre, una caratteristica importantissima per Carlo Ancelotti che nonostante il 4-4-2 spesso ama sperimentare e sfruttare i benefici del suo calcio posizionale.

Anche il Bournemouth pensa a Lobotka

Un affare possibile ma da chiudere in fretta per anticipare la folta concorrenza che ha messo gli occhi sul regista. Il club più interessato è il Bournemouth, ma il sì di Lobotka al Napoli potrebbe agevolare la trattativa in caso di rilancio da parte della società azzurra. L’arrivo di Lobotka potrebbe spianare la strada ad un’eventuale cessione a giugno di Amadou Diawara. Da Sarri ad Ancelotti, il giovane guineano non ha convinto pienamente e ora si valuta il suo futuro. Per sostituirlo il primo nome della lista è proprio Stanislav Lobotka, regista moderno che è letteralmente esploso con la maglia del Celta Vigo.