Berardi finalmente in gol, rinascita per il Sassuolo e in chiave fantacalcio?

18 dicembre 2018 - Luca Guerra

Mancava solo il gol a Domenico Berardi per suggellare un momento di forma straordinario. Dopo un digiuno di tredici giornate, i fantallenatori possono tornare a gioire

Al 58′ di Frosinone-Sassuolo si è spezzato il digiuno di Domenico Berardi. Dopo tredici giornate di attesa è arrivato finalmente il gol. Una realizzazione speciale perché è la cinquantesima in serie A con la maglia del Sassuolo. L’attaccante non aveva era mai stato così lontano dal gol, nemmeno nei suoi anni peggiori. Tredici interminabili giornate per lui e per i fantallenatori nonostante le ottime prestazioni di questa stagione e l’ottimo inizio avvenuto nelle prime tre partite. La vittoria contro il Frosinone nella 16^ giornata di serie A proietta il Sassuolo in piena zona Europa. Nonostante l’infortunio di Boateng, vero trascinatore ad inizio stagione, De Zerbi è riuscito a trovare l’equilibrio giusto e confermare quanto di buono proposto nelle prime giornate di serie A. Al centro del progetto c’è ovviamente Domenico Berardi.

Berardi torna al gol dopo tre mesi e mezzo

Nel mese di agosto il talento calabrese aveva realizzato 4 gol in 3 partite, Coppa Italia compresa, un exploit che aveva invogliato tanti fantallenatori di Superscudetto a puntare su di lui. Il gol alla seconda giornata di campionato, dopo quello realizzato all’Inter, aveva illuso tutti. Non è stato così e quella contro i nerazzurri è stata l’ultima marcatura di Berardi prima del ritorno al gol contro il Frosinone. Dal 26 agosto al 16 dicembre senza gol, un periodo lunghissimo e un’attesa spasmodica per tornare nuovamente ad esultare. Nelle ultime due stagioni è stato spesso condizionato dagli infortuni, ma una volta a disposizione non ha mai collezionato un periodo senza gol più lungo di quello appena interrotto.

Il gol però era nell’aria perché, a discapito di sole due marcature prima della partita contro il Frosinone, Berardi sta trascinando letteralmente il Sassuolo in Europa. L’attaccante è sempre stato schierato da Roberto De Zerbi che punta molto sul suo talento. Tanti km percorsi, sacrificio, lavoro per la squadra e disponibilità massima per un talento che ora deve dimostrare continuità e fare il definitivo salto di qualità. Mancava solo il gol per suggellare un ottimo momento di forma come ciliegina sulla torta di una straordinaria prima parte di stagione del Sassuolo.

Berardi, bonus e continuità di prestazioni

Se nelle precedenti stagioni i gol riuscivano a nascondere le prestazioni altalenanti di Berardi, ora i fantallenatori possono gioire per aver trovato un calciatore in grado di fare la differenza con o senza il bonus di +3. È infatti la vera anima del Sassuolo. Prima della partita contro il Frosinone, Berardi era il giocatore del Sassuolo con più tiri nello specchio. Ma anche quello con più tiri fuori specchio, assist, cross effettuati, dribbling tentati, falli commessi, falli subiti e ammonizioni. Primati confermati anche dopo la vittoria di Frosinone.

15 partite giocate, 3 gol e 3 assist finora per Domenico Berardi con un eccellente 7.5 conquistato nella 16^ giornata di serie A. E non solo. Nella partita contro i ciociari, che ha portato all’esonero dell’allenatore Moreno Longo, l’attaccante del Sassuolo è stato il giocatore con più occasioni e falli subiti del match. Il suo contributo va oltre la fase offensiva, infatti è stato anche il secondo calciatore della partita con più palloni recuperati. Una continuità di prestazioni impressionante che non può che soddisfare tutti i fantallenatori che hanno creduto sempre in lui.