Serie A, gli allenatori della stagione 2021 2022

7 Luglio 2021 - Francesco Fragapane

Tanti nuovi allenatori nella Serie A 2021 2022, fra ritorni eccelllenti nuove sfide

Gioca a Superscudetto

Subito dopo la fine del campionato è iniziato il valzer allenatori. Fra le big della Serie A, soltanto in due non hanno cambiato guida tecnica: Gasperini all’Atalanta e Pioli al Milan, le altre invece hanno cambiato tutte. La Juventus ha deciso di esonerare Pirlo, nonostante due trofei e la Champions raggiunta, in favore del grande ritorno di Massimiliano Allegri. La svolta più clamorosa è senza dubbio quella dell’Inter: Antonio Conte, da campione d’Italia, ha deciso di mollare dopo aver appreso l’idea di ridimensionamento del club, e al suo posto è arrivato Simone Inzaghi, che invece sembrava destinato al rinnovo con la Lazio. Gran colpo di Lotito che ha ufficializzato Maurizio Sarri, pronto a giocarsi il derby contro la Roma di Mourinho. Il Napoli, dopo l’addio di Gattuso (passato alla Fiorentina), riparte invece da Luciano Spalletti.

Atalanta: Gasperini

Gasperini non si muove da Bergamo, guiderà l’Atalanta per il sesto anno di fila. Ha un contratto fino a giugno 2023 ma Percassi ha già fatto sapere che rinnoverà di un altro anno.

Bologna: Mihajlovic

Un’altra conferma è quella di Mihajlovic sulla panchina del Bologna. Tentato dalla possibilità di andare alla Lazio per il dopo Simone Inzaghi, ha deciso di restare alla guida del club rossoblu con la speranza di fare un salto di qualità.

Cagliari: Semplici

Arrivato al posto di Di Francesco, Semplici è riuscito nel miracolo salvezza del Cagliari ed è per questo che il presidente Giulini ha voluto fortemente la sua conferma.

Gioca a Superscudetto

Empoli: Andreazzoli

Dionisi ha deciso di andar via dall’Empoli dopo la promozione per sposare il progetto Sassuolo, ora Corsi deve scegliere il sostituto: Aurelio Andreazzoli sembra il candidato numero uno.

Fiorentina: Italiano

Terminata praticamente prima di iniziare l’avventura di Gattuso sulla panchina della Fiorentina, i viola hanno scelto Vincenzo Italiano come tecnico per la prossima stagione.

Genoa: Ballardini

Ad inizio anno il Genoa sembrava spacciato, poi l’arrivo di Ballardini ha rimesso le cose a posto e alla fine il Grifone ha ottenuto una salvezza tranquilla. Merito dell’allenatore che ha saputo dare le giuste motivazioni alla squadra. Preziosi ha già annunciato la sua conferma.

Gioca a Superscudetto

Inter: Simone Inzaghi

Il caso più clamoroso del cambio in panchina, come detto, è sicuramente l’Inter. Antonio Conte ha firmato la rescissione consensuale, al suo posto Marotta ha optato per Simone Inzaghi che farà la sua prima esperienza da allenatore lontano da Formello. E con una grandissima responsabilità.

Juventus: Allegri

Nonostante due trofei e la Champions conquistata, la Juve ha deciso di esonerare Pirlo. Al suo posto Agnelli ha optato per un gradito ritorno: Allegri, dopo due anni senza panchina, torna ad allenare i bianconeri.

Lazio: Sarri

Perso Simone Inzaghi, la Lazio aveva per forza bisogno di un nome forte anche da contrapporre alla Roma di Mourinho. Lotito ha scelto Maurizio Sarri e, dopo una lunga trattativa, è arrivata finalmente l’ufficialità nei giorni scorsi.

Gioca a Superscudetto

Milan: Pioli

Inevitabile la conferma di Stefano Pioli sulla panchina del Milan dopo il secondo posto in campionato e una qualificazione in Champions che mancava da tanti, troppi anni.

VIDEO ITALIA-REPUBBLICA CECA 4-0: GOL E HIGHLIGHTS

Napoli: Spalletti

Il Napoli sceglie Spalletti, e anche in questo caso si parla di un gradito ritorno per il nostro campionato. Personaggio e allenatore di altissimo spessore, ha l’arduo compito di riportare gli azzurri in Champions dopo la clamorosa debacle contro il Verona all’ultima giornata.

Roma: Mourinho

Lo sapevamo ormai da settimane ma il ritorn in Italia di Mourinho fa sempre un certo effetto. Friedkin lo ha scelto per il suo progetto sportivo a Roma: l’obiettivo con lui alla guida è quello di portare i giallorossi a lottare per le prime posizioni.

Gioca a Superscudetto

Salernitana: Castori

La Salernitana continua il propro cammino con Castori in panchina, l’allenatore protagonista di una incredibile cavalcata verso la promozione.

Sampdoria: D'Aversa

Roberto D’Aversa è in pole position per diventare il nuovo allenatore della Sampdoria. Il tecnico è reduce dalla sua seconda esperienza al Parma terminata con la retrocessione in Serie B.

Sassuolo: Dionisi

Sembrava fatta con Giampaolo, invece il Sassuolo ha ripiegato su Dionisi. Allenatore giovanissimo, protagonista della promozione dell’Empoli in Serie A, prende l’eredità di De Zerbi.

Gioca a Superscudetto

Spezia: Thiago Motta

Per sostituire Vincenzo Italiano, dopo la straordinaria salvezza raggiunta nella scorsa stagione, lo Spezia ha deciso di puntare su Thiago Motta che torna in Liguria dove aveva già guidato il Genoa nella stagione 2019/2020.

Torino: Juric

Il Torino riparte da Ivan Juric dopo una stagione difficile e una salvezza conquistata soltanto nelle giornate finali del campionato. Cairo ha scelto l’ex allenatore del Verona per il nuovo corso.

Udinese: Gotti

Sembrava inevitabile la seprarazione fra l’Udinese e Gotti, invece l’allenatore e il club hanno deciso di continuare insieme.

Gioca a Superscudetto

Verona: Di Francesco

Nonostante il fallimento a Cagliari, dopo meno di un anno Eusebio Di Francesco ritrova subito un’altra panchina. L’Hellas Verona lo ha scelto per sostituire Ivan Juric.

Venezia: Zanetti

Autore di un capolavoro in Serie B con il Venezia, Zanetti resta e proverà a fare un altro miracolo con la salvezza. Anche lui ha ricevuto qualche apprezzamento ma ha preferito rimanere lì.

SKY EURO BRACKET: IL PREDICTION GAME SUGLI EUROPEI