Roma, Manolas infortunato: tre settimane di stop

8 Marzo 2019 - Enrico Gorgoglione

Inizia nel peggiore dei modi l'avventura di Ranieri sulla panchina della Roma. Morale a terra, tanti assenti e un nuovo infortunio per Manolas

Sfida subito gli esperti Sky sui pronostici della SERIE A

Esonero per Di Francesco e rescissione consensuale del contratto per Monchi. Inizia così l’avventura di Ranieri sulla panchina della Roma, in un clima particolarmente delicato. La Lazio ha vinto il derby e si è portata a meno tre punti dai giallorossi, con una gara in meno. L’ex Leicester dovrà lavorare soprattutto sul morale, andando alla ricerca della giusta scossa, derivante dal carattere dei singoli. La stagione è ancora lunga e non è possibile sprecare punti, considerando come la corsa al quarto posto sia ora l’unico obiettivo rimasto. Due posti, attualmente occupati da Milan e Inter, con quattro società in lotta tra loro. Come se non bastasse il periodo, anche le risicate disponibilità si pongono sul cammino di Ranieri. Alla lunga lista di squalificati e infortunati si è infatti aggiunto Manolas, fermatosi nuovamente.

Roma, Manolas infortunato: problemi per Ranieri

Claudio Ranieri dovrà provare a conquistare tre punti cruciali nell’ultima gara della 27^ giornata di serie A. La Roma dovrà riuscire ad avere la meglio dell’Empoli, nonostante il periodo decisamente particolare e soprattutto i tanti assenti. Fazio, Dzeko e Kolarov mancheranno per squalifica, mentre gli assenti per infortunio erano De Rossi, Under e Pellegrini. Parlare al passato è d’obbligo, considerando il nuovo stop per Manolas. Problema fisico per il centrale, che ha sostenuto gli esami medici di rito. Questi hanno portato a una prognosi di tre settimane di stop. Il difensore greco tornerà in campo soltanto dopo la sosta per le nazionali. A causa di una distorsione non aveva disputato il derby e, dopo essere tornato contro il Porto in Champions, ecco il nuovo stop. Ranieri schiererà Juan Jesus e Marcano, con Karsdorp e Santon ai lati, per sopperire alle assenze.

TAG: