Guida all'asta del Fantacalcio

9 aprile 2019 - Enrico Gorgoglione

Tutto quello che c'è da sapere prima della cruciale asta al Fantacalcio

L’asta è il momento cruciale del fantacalcio. Si tratta della fase che, a meno di clamorose sorprese, decide il 50% dell’andamento del gioco. Più è attento il fantallenatore, più sono accurate le sue liste di obiettivi, maggiori chance ha di ritrovarsi al termine della stagione con un premio tra le mani. Una volta iscritta la propria lega a Superscudetto, si può fissare una data per l’asta iniziale, che generalmente risulta essere di due tipi. Si può optare per quella a busta chiusa o per quella a chiamata.

Asta fantacalcio a busta chiusa

Individuata una data ideale per tutti i membri della lega, si potrà fissare l’asta del fantacalcio, dando ai partecipanti il tempo necessario per preparare le proprie offerte. La prima regola non scritta del fantacalcio impone ai fantallenatori di mettere da parte le emozioni da tifoso e di considerare ogni possibile acquisto e rilancio come una mossa importante ai soli fini del gioco. Nell’asta a busta chiusa la maggior parte del lavoro si svolge in privato, a casa propria, armati di “listone” con le quotazioni dei calciatori di Serie A suddivisi per ruolo (fondamentale è concentrarsi sulla scelta dei centrocampisti e attaccanti). Ogni lega privata è chiamata a decidere l’ammontare totale dei crediti da utilizzare nel corso del mercato. Giunto il fatidico giorno dell’asta, al presidente di lega giungeranno e-mail o buste fisiche con tutte le offerte. Senza avere indicazioni dagli altri, ciascun fantallenatore potrà offrire la cifra che riterrà congrua per provare ad aggiudicarsi i calciatori desiderati.

Ad aggiudicarsi un giocatore conteso da due o più fantallenatori sarà l’offerta più alta all’apertura delle buste. In questo modo, si potranno assegnare i giocatori alle rispettive rose. Qualora due offerte risultino identiche, si procederà a un’ulteriore asta per risolvere la disputa. Una volta assegnati tutti i calciatori, i fantallenatori potranno completare la rosa effettuando nuove offerte in busta chiusa per aggiudicarsi i giocatori svincolati. Questo tipo di asta risulta la soluzione ideale per quelle leghe iscritte a Superscudetto che fanno fatica a incontrarsi di persona. Il tutto infatti è risolvibile in chiamata multipla su Skype o simili. Inoltre, qualora si decidesse di incontrarsi l’asta si svolgerebbe in tempi decisamente ridotti rispetto ad un’asta a chiamata.

Asta fantacalcio a chiamata

L’asta a chiamata è senza dubbio quella più diffusa tra i fantallenatori delle leghe private. Si tratta del momento più divertente di questo gioco, che consente ad amici e colleghi di ritrovarsi in una stanza, trascorrendo ore insieme tra risate e offerte. Anche in questo caso è il presidente di lega a gestire il tutto, vestendo i panni del banditore d’asta. Carta e penna o pc, a seconda dei gusti, per poi procedere alla chiamata di tutti i calciatori ruolo per ruolo o squadra per squadra. Chiunque può decidere di fare la propria offerta, di rilanciare al solo scopo di far aumentare il prezzo dei giocatori o di fare un passo indietro e lasciare ad altri la contesa, magari per piazzare la zampata vincente all’ultimo secondo. Questo è il sistema che di certo richiede più tempo. Sarà infatti necessario completare la lettura dell’intero listone con le quotazioni. In alternativa, ogni fantallenatore potrà a turno chiamare i giocatori inseriti nella propria lista. In questo modo, verrà risparmiata qualche ora, limitando l’asta ai soli giocatori di vero interesse. Due modalità dunque per un sistema che si affida molto meno alla sorte rispetto alle aste a busta chiusa. Ogni fantallenatore è infatti chiamato a sfoderare la propria esperienza e le giuste intuizioni di fantamercato, senza doversi affidare alla dea bendata per centrare l’offerta vincente.

Asta Fantacalcio: come prepararsi e cosa studiare

Ogni anno l’arrivo dell’estate coincide con i compiti da fare a casa per tutti gli appassionati di calcio, ovvero l’asta del fantacalcio. Già ad inizio luglio – in qualche caso pure alla fine di giugno – le squadre della nostra Serie A sono pronte per andare in ritiro. Naturalmente con organici non ancora definiti. Ma visionare gli allenamenti in alta montagna e le partite amichevoli contro selezioni amatoriali o le tournée in giro per il mondo rappresenta l’occasione per poter già mettere gli occhi su quelli che saranno i punti fermi e le scommesse da inserire nella lista per l’asta estiva. Riuscire a centrare tutti gli obiettivi è praticamente impossibile, ma avere le idee chiare sui giocatori da prendere a tutti i costi e sulle riserve che potrebbero fare la differenza nel corso della stagione è essenziale. Regola numero uno: evitare l’improvvisazione e lasciarsi guidare dai consigli degli esperti!

Outsider, giovani emergenti e nuovi stranieri: i consigli di Superscudetto

I più anziani tra di voi ricorderanno sicuramente un giovane Totò Di Natale con l’Empoli poco dopo gli anni 2000, mentre in tempi più recenti ci sono stati gli exploit di Franck Kessié un paio di stagioni fa con l’Atalanta o di Nicolò Barella col Cagliari. Esempi che aiutano a capire quanto possa essere importante essere informati non sono sulle big di Serie A, ma anche e soprattutto sulle cosiddette piccole. È proprio nella rosa dei club minori che si nascondono nuovi talenti da scoprire, giovani emergenti o addirittura perfetti sconosciuti arrivati in sordina dai campionati stranieri e destinati a fare la differenza. La caccia all’outsider, alla scommessa su cui puntare per spiazzare gli avversari, può essere la vera chiave del successo soprattutto in una lega tra amici con almeno 8-10 partecipanti. Con un’adeguata preparazione e una buona dose di coraggio potrete quindi pescare giocatori con un ottimo rapporto qualità/prezzo risparmiando crediti preziosi per l’acquisto dei veri top player.

Gestire il budget e indebolire gli avversari

Sarebbe utile anche evitare di impegnare troppi crediti nelle trattative. Imponetevi al massimo una sola pazzia per non compromettere la vostra strategia nella costruzione di una rosa competitiva. Imparare a gestire il budget nel corso dell’asta è fondamentale per non essere tagliati fuori nella corsa ai giocatori più costosi. Potreste ipotizzare un tetto massimo di spesa per ogni reparto: 20% dei fantamilioni per il portiere e la difesa; 35% per il centrocampo e 45% per l’attacco. Un altro piccolo consiglio è quello di studiare le formazioni di Serie A e capire quali elementi saranno destinati ad essere impiegati in posizione avanzata rispetto al ruolo effettivo. Ad esempio, i centrocampisti spostati in attacco o i terzini utilizzati come esterni in proiezione offensiva. Assicurarsi questo genere di giocatori significa avere un vantaggio concreto per l’intera stagione, sia in termini di rendimento che di bonus garantiti. Non vanno poi sottovalutati gli assistman e gli specialisti dei calci piazzati. Stanziare una parte del budget per l’acquisto di un rigorista o di un giocatore particolarmente tecnico, incaricato di battere calci d’angolo e punizioni dal limite, è un investimento che può rivelarsi manna dal cielo nelle giornate povere di gol e assist su azione.

Infine, può essere molto utile trovare il modo di incidere sul budget degli avversari. Come? Rilanciando e contribuendo a far lievitare il prezzo di quei giocatori a cui non siete realmente interessati. Sono diversi i motivi in questo senso: dubbi sulle capacità di un elemento, scarso rendimento nella passata stagione o perfino antipatia personale. Potreste approfittare dei giocatori che non ritenete all’altezza della vostra fantasquadra per costringere i fantallenatori rivali a sborsare molti più crediti del previsto. Questo genere di strategia non è vietato dal regolamento, ma attenti a non esagerare con i rilanci. L’effetto boomerang e le ripicche degli avversari sono rischi da non sottovalutare.

Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!