Coronavirus e Fantacalcio, cosa succede con la 26^ giornata di Serie A

29 febbraio 2020 - Francesco Fragapane

Cinque gare della 26^ giornata sono state rinviate a causa del coronavirus: ecco cosa succede al fantacalcio dopo la decisione della Lega Serie A

L’emergenza per il Coronavirus si ripercuote ancora una volta sul campionato. La Lega Serie A ha deciso di rinviare le cinque partite della 26^ giornata inizialmente programmate a porte chiuse. Si tratta di Juventus-Inter, Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia e Udinese-Fiorentina. Al momento le gare in questione verranno recuperate il 13 maggio, giorno in cui era in calendario la finale di Coppa Italia allo stadio Olimpico di Roma che adesso è stata posticipata al giorno 20 dello stesso mese. Con il nuovo rinvio delle partite di campionato cosa succederà al fantacalcio?

26^ GIORNATA SERIE A: IL CALENDARIO DEI RECUPERI

CORONAVIRUS IN ITALIA: NEWS SUI CONTAGI E RICADUTE SULLO SPORT

CORONAVIRUS: RINVIATE 5 PARTITE DELLA 26^ GIORNATA DI SERIE A

Il regolamento, in caso di gare rinviate, prevede l’assegnazione del 6 politico ai calciatori delle squadre che non scendono in campo. Il voto d’ufficio scatta qualora i match non venissero recuperati entro la giornata successiva. Proprio quello che sta succedendo in questo momento. Le cinque partite della 26^ giornata sono state rinviate a maggio, dunque scatta il 6 politico per tutti i calciatori della rosa, tranne i portieri. Agli estremi difensori viene infatti dato un 5. Questo è quanto prevede il regolamento generale, anche se è chiaro che ogni lega privata ha la facoltà di decidere di muoversi in maniera autonoma.

RECUPERI SERIE A: QUANDO SI GIOCANO LE GARE RINVIATE PER IL CORONAVIRUS

SERIE A 2019-2020: IL CALENDARIO