Roma, Cristante e Nzonzi squalificati: emergenza a centrocampo con il Milan

28 gennaio 2019 - Enrico Gorgoglione

Emergenza in casa Roma per la sfida di campionato contro il Milan: squalificati Cristante e Nzonzi. Ecco le mosse di Eusebio Di Francesco

Cristante e Nzonzi salteranno Roma-Milan: per entrambi, ammoniti sotto regime di diffida nella sfida contro l’Atalanta, è scattata la squalifica in vista del prossimo turno di campionato. Due defezioni importanti che lanciano l’allarme a Trigoria. Il tecnico Eusebio Di Francesco perde in un colpo solo i titolari della mediana giallorossa per uno scontro diretto cruciale nella corsa al quarto posto in classifica che vale l’accesso in Champions League.

In settimana, l’allenatore proverà a trovare le giuste soluzioni per far fronte a questa emergenza. Si scalda De Rossi, tornato tra i convocati per Bergamo dopo il lungo infortunio. Lorenzo Pellegrini è pronto ad arretrare il proprio raggio d’azione, mentre si valuta anche la possibilità spostare Kolarov al centro. Come ultima alternativa, quella di  lanciare Riccardi, giovane talento della Primavera.

Cristante e Nzonzi squalificati: emergenza Roma

Niente Roma-Milan per Bryan Cristante e Steve Nzonzi: i due centrocampisti giallorossi dovranno saltare per squalifica la sfida interna contro gli uomini di Gattuso. Un turno di stop per entrambi all’indomani del rocambolesco pareggio ottenuto in casa dell’Atalanta. Cristante è stato ammonito al 23′ del primo tempo. Il centrocampista di scuola Milan ha fermato Zapata in maniera irregolare, ricevendo il cartellino giallo in regime di diffida che lo costringe a scontare una giornata di squalifica. Stessa sorte toccata a Nzonzi nella ripresa, con il francese campione del mondo sanzionato dall’arbitro a causa di proteste insistenti dopo una decisione contestata.

Una doppia beffa per Eusebio Di Francesco che si aggiunge al risultato del match di Bergamo. I giallorossi, avanti di tre reti grazie alla doppietta di Dzeko e al gol di El Shaarawy, non sono riusciti a mantenere il risultato. La “Dea” ha accorciato le distanze con Castagne prima e Toloi dopo, trovando il gol del pareggio grazie a Duvan Zapata, quaranta secondi dopo il calcio di rigore tirato alle stelle proprio da parte dell’attaccante colombiano. La Roma non ha approfittato del pareggio del Milan con il Napoli e del ko della Lazio contro la Juventus. Un calo di concentrazione che ha impedito alla formazione capitolina di conquistare tre punti preziosi in chiave Champions League.

Di Francesco corre ai ripari: Kolarov a centrocampo?

La doppia squalifica di Cristante e Nzonzi costringe Eusebio Di Francesco a studiare delle alternative per la squadra che manderà in campo con il Milan. Dopo la sfida di Coppa Italia con la Fiorentina, i giallorossi sono attesi dal big match dell’Olimpico contro i rossoneri di Gennaro Gattuso. Sfida delicata perché si tratta di un vero e proprio scontro diretto per il quarto posto che regala la qualificazione alla prossima Champions League. In settimana, il tecnico lavorerà per trovare i sostituti dei suoi due centrocampisti titolari nel 4-2-3-1. Al momento, l’unico sicuro di partire dal primo minuti è Lorenzo Pellegrini. L’ex Sassuolo arretrerà il proprio raggio d’azione portandosi davanti alla difesa. Un ruolo già ricoperto sia in passato, sia durante la stagione in corso.

Per caratteristiche, anche Zaniolo potrebbe giocare in mediana, ma il prodotto del vivaio dell’Inter sta dando il meglio agendo da trequartista e Di Francesco non ha intenzione di perdere la sua imprevedibilità in mezzo alle linee. Corsa a tre per affiancare Pellegrini davanti alla difesa. La scelta più naturale ricadrebbe su Daniele De Rossi, rientrato in gruppo dopo un lungo infortunio. Il capitano, però, non è ancora in condizione ottimale: avrà una settimana per fugare i dubbi del tecnico. Come alternativa, si pensa all’accentramento di Kolarov. Il terzino serbo ha già ricoperto sporadicamente quella posizione nel Manchester United di Guardiola e inoltre, è uno dei pochi con la personalità giusta per giocare in un ruolo non suo. Con Kolarov a centrocampo, Santon andrebbe a sostituirlo sulla fascia sinistra della difesa. Ultima ipotesi è quella di lanciare dal primo minuto Alessio Riccardi, centrocampista classe 2001 della Primavera.

TAG:
Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!