Consigli fantacalcio, i giocatori sempre presenti in Serie A

13 ottobre 2019 - Francesco Fragapane

Tutti i calciatori che non hanno saltato neanche un minuto in stagione, dai portieri agli attaccanti, ecco gli insostituibili della serie A

Tutti i calciatori che non hanno saltato neanche un minuto nelle prime sette giornate della serie A 2019-20. Giocatori sui quali i tecnici contano in ogni singolo match, ideali per qualsiasi formazione del fantacalcio.

INFORTUNIO DUVAN ZAPATA: LE CONDIZIONI

LE SORPRESE DELLA SERIE A DOPO 7 GIORNATE

LE DELUSIONI DELLA SERIE A DOPO 7 GIORNATE

Pau Lopez (Roma)

Titolare fisso della Roma, Pau Lopez non ha saltato un minuto in stagione. Non è riuscito ancora a dare il massimo, con qualche incertezza di troppo. Fonseca spera però di poter ritrovare in lui le garanzie avute dal club in passato con Alisson.

Quotazione Superscudetto: 16 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 10

Strakosha (Lazio)

Thomas Strakosha si conferma un portiere particolarmente affidabile. La sua Lazio sta vivendo un inizio stagione caratterizzato da alti e bassi ma lui è una costante fissa (in positivo).

Quotazione Superscudetto: 18 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 6

Radu (Genoa)

Ionut Radu è il titolare tra i pali del Genoa. Un portiere che fa intravedere il proprio talento, inserito però in una rosa che fatica a trovare la propria identità.

Quotazione Superscudetto: 7 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 15

Audero (Sampdoria)

Emil Audero non ha saltato un minuto della stagione della Sampdoria, ritrovandosi però a fronteggiare un’annata blucerchiata alquanto complessa. Addio a Di Francesco e nuova partenza con Ranieri, che di certo farà affidamento su di lui.

Quotazione Superscudetto: 9 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 16

FANTACALCIO: GLI INFORTUNATI CHE RIENTRANO DOPO LA SOSTA

Musso (Udinese)

Juan Musso è una delle poche notizie positive in casa Udinese, in una stagione che stenta a decollare sotto la guida Tudor. Sempre titolare e pochi gol subiti, nonostante la posizione di classifica.

Quotazione Superscudetto: 14 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 6

Dragowski (Fiorentina)

Sette partite su sette per Dragowski, elemento certo di questa Fiorentina, cresciuta col passare delle giornate.

Quotazione Superscudetto: 13 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 10

Sirigu (Torino)

L’età non conta per Sirigu, ancora in grado di offrire prestazioni da urlo con la rosa di Mazzarri. Grandi colpi di reni e rigori parati: una garanzia.

Quotazione Superscudetto: 20 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 10

Skorupski (Bologna)

Skorupski è senza dubbio il titolare della rosa di Mihajlovic. Il Bologna non può fare a meno di lui, maturo e talentuoso, in grado di guidare la difesa al meglio.

Quotazione Superscudetto: 12 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 9

Handanovic (Inter)

Il capitano dell’Inter non sente il tempo che passa. Handanovic ha 35 anni ma ancora riflessi e tenuta fisica di un 20enne. Impossibile da sostituire, al di là dell’allenatore in panchina.

Quotazione Superscudetto: 23 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 4

Sepe (Parma)

Dalla panchina al Napoli alla titolarità al Parma. Negli ultimi anni Luigi Sepe ha dimostrato tutto il proprio talento, dimostrando come sentire la fiducia del club sia fondamentale per ottime prestazioni.

Quotazione Superscudetto: 12 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 10

Berisha (Spal)

La Spal ha puntato sull’esperienza di Berisha, un portiere in grado di garanzie in una stagione difficoltosa, nella quale si lotterà fino alla fine per non retrocedere.

Quotazione Superscudetto: 13 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 13

Gabriel (Lecce)

Stagione tutt’altro che semplice per il Lecce, neopromossa in serie A e desiderosa di salvarsi attraverso il proprio gioco offensivo. Tra i pali lo stakanovista Gabriel, difficilmente sostituibile.

Quotazione Superscudetto: 9 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 15

Silvestri (Verona)

È Silvestri a proteggere i pali del Verona e, con 7 presenze in altrettante giornate, sarà lui a farlo fino al termine della stagione. Zero turnover, per ora, a fronte anche di prestazioni convincenti.

Quotazione Superscudetto: 12 crediti
Minuti giocati: 630
Gol subiti: 5

Skriniar (Inter)

Skriniar è ormai una colonna portante della difesa dell’Inter, poco conta il tecnico in panchina, lui resta inamovibile.

Quotazione Superscudetto: 22 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 5.8

Romagnoli (Milan)

Capitano di un Milan a caccia di identità, Romagnoli sta faticando per dare stabilità al reparto. Da Giampaolo a Pioli, il suo posto è assicurato.

Quotazione Superscudetto: 14 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 5.5

Milenkovic (Fiorentina)

Milenkovic è una garanzia in difesa come in attacco. Letale di testa in area di rigore avversaria e con la giusta cattiveria agonistica in retroguardia.

Quotazione Superscudetto: 18 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 9

Bonucci (Juventus)

Bonucci non sente i suoi 32 anni e sta sfoderando ottime prestazioni, battendo per rendimento il giovane talento De Ligt.

Quotazione Superscudetto: 19 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 6.5

Izzo (Torino)

Izzo è un centrale di difesa goleador, garanzia assoluta del Torino di Mazzarri, che non può farne a meno.

Quotazione Superscudetto: 20 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 5.5

Lirola (Fiorentina)

Abile in fase di spinta e preciso in difesa, Montella non può fare a meno di Lirola nella sua formazione tipo.

Quotazione Superscudetto: 10 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 6

Tomiyasu (Bologna)

Il Bologna guarda con attenzione ai giovani talenti in tutto il mondo e Tomiyasu ne è la prova. Un 20enne dalle spalle già molto larghe.

Quotazione Superscudetto: 10 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 6

Kolarov (Roma)

Kolarov è un perno inamovibile della difesa di Fonseca, che può contare su di lui anche in fase realizzativa. Neanche un minuto saltato, nonostante i suoi 33 anni.

Quotazione Superscudetto: 23 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 4

Murru (Sampdoria)

Stagione complessa in casa Sampdoria, che sa di poter contare su Murru che, a 24 anni, è però chiamato al salto di qualità.

Quotazione Superscudetto: 5 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 4.3

Vicari (Spal)

Vicari è una vera e propria garanzia in casa Spal. Sono infatti 630 i minuti giocati in stagione, per un calciatore mai sostituito da Semplici.

Quotazione Superscudetto: 6 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 6.3

Bruno Alves (Parma)

A 37 anni Bruno Alves continua a garantire ottime prestazioni. Il Parma non intende privarsene.

Quotazione Superscudetto: 14 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 6.3

Faraoni (Verona)

Faraoni è una certezza per il Verona di Juric. Nessuno lo ha ancora privato del suo posto sull’esterno destro di difesa.

Quotazione Superscudetto: 10 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 7.8

Lucioni (Lecce)

Liverani ha trovato il proprio assetto ideale e non fa mai a meno di Lucioni in difesa.

Quotazione Superscudetto: 9 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 6.5

Rossettini (Lecce)

Rossettini è un titolare inamovibile della formazione di Liverani, che punta sull’esperienza per la difesa del suo Lecce.

Quotazione Superscudetto: 7 crediti
Minuti giocati: 630
Media voto: 5.5

Brozovic (Inter)

Dalla possibilità di addio in estate alla titolarità assoluta con Conte, che ha riportato in auge Brozovic, vero titolarissimo di questa Inter che punta allo scudetto.

Quotazione Superscudetto: 30
Minuti giocati: 630
Media voto: 7.8

Zielinski (Napoli)

Zielinski ha il compito di prendere il ruolo cruciale nel Napoli che fu di Hamsik. Manca ancora il salto di qualità ma Ancelotti continua a non farne a meno in nessun caso.

Quotazione Superscudetto: 25
Minuti giocati: 630
Media voto: 5.3

Nandez (Cagliari)

Nandez è uno dei grandi colpi del centrocampo del Cagliari. Qualità e tanta qualità, a soli 23 anni.

Quotazione Superscudetto: 15
Minuti giocati: 630
Media voto: 6

Pulgar (Fiorentina)

Pulgar si è inserito subito al meglio nel centrocampo della Fiorentina di Montella. Gol e tanta sostanza, confermandosi rapidamente come un titolarissimo dei viola.

Quotazione Superscudetto: 25
Minuti giocati: 630
Media voto: 8.8

Rincon (Torino)

Rincon è uno dei motori imprescindibili del Torino di Mazzarri, che non ne ha mai fatto a meno in stagione.

Quotazione Superscudetto: 11
Minuti giocati: 630
Media voto: 5.8

Missiroli (Spal)

Missiroli è il regolatore della mediana della Spal. Mette ordine e gestisce i compagni più giovani. Impossibile farne a meno.

Quotazione Superscudetto: 7
Minuti giocati: 630
Media voto: 6.3

Miguel Veloso (Verona)

Avrà anche 33 anni e non un grande scatto ma il piede di Miguel Veloso è sempre caldissimo. In casa Verona se ne sono accorti subito, con 630 minuti giocati.

Quotazione Superscudetto: 15
Minuti giocati: 630
Media voto: 6.8

Kouamé (Genoa)

Il Genoa non può fare a meno di Kouamé, titolare assoluto della squadra a soli 21 anni. Neanche un minuto in panchina per lui.

Quotazione Superscudetto: 41
Minuti giocati: 630
Media voto: 6.3

Dzeko (Roma)

Dzeko ha deciso di restare alla Roma dopo il lungo corteggiamento dell’Inter, confermando la sua insostituibilità in rosa, anche dopo l’approdo di Kalinic.

Quotazione Superscudetto: 53
Minuti giocati: 630
Media voto: 7.3

Joao Pedro (Cagliari)

Joao Pedro è la colonna portante dell’attacco del Cagliari. L’elemento chiamato a dare fantasia al reparto, caricato di maggiori responsabilità dopo l’infortunio di Pavoletti.

Quotazione Superscudetto: 53
Minuti giocati: 630
Media voto: 7.3

TAG:

I più letti di SKYSPORT.IT

vai a skysport.it
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!