Consigli fantacalcio, i giocatori da tenere e non svincolare all'asta di riparazione

5 febbraio 2020 - Francesco Fragapane

Prima parte di stagione deludente e sotto le attese. Arriva l'asta di riparazione: ecco cosa fare con questi giocatori

Asta di riparazione di fantacalcio: momento “sacro”, decisivo per capire come si delineeranno gli equilibri delle leghe private fino al termine della Serie A. Per i fantallenatori non è mai facile scegliere chi svincolare: ecco 10 giocatori che conviene aspettare ancora: non svincolateli, il +3 è in agguato nonostante una prima parte di stagione deludente o non da titolare indiscusso.

Under: il giocatore turco ha iniziato alla grande la stagione, sulla falsariga di come aveva finito lo scorso campionato. Poi, un lungo infortunio che l’ha tenuto fuori dai campi a lungo. La Roma ha sentito relativamente la sua mancanza, ma ora ha bisogno dei suoi strappi. Pur essendo giovanissimo, ha già tanta esperienza in Serie A. Soffre di intermittenza e non è in perfette condizioni fisiche, ma è uno di quei giocatori da non svincolare.

Iago Falque: protagonista assoluto due anni fa con la maglia del Torino, carneade (o poco più) lo scorso anno, assente (poco) giustificato durante questo campionato. Al Torino di inizio stagione sono mancati i “numeri” di Iago Falque, che ora avrà la possibilità di rilanciarsi al Genoa. Perché privarsi ora di un giocatore così talentuoso?

Rebic: uno dei “pacchi” del fantacalcio si è trasformato in “cigno” con l’arrivo di Ibrahimovic. Il croato sembra essere rinato e potrebbe essere molto utile anche per i fantallenatori. Chi lo ha acquistato ad inizio stagione farebbe bene a non svincolarlo, chi ha qualche credito da investire potrebbe puntare sull’ex Eintracht Francoforte.

Douglas Costa: la velocità e il dribbling non si discutono, la fragilità (probabilmente) sì. Il brasiliano della Juventus è stato strapagato all’asta, ma sinora ha deluso, non tanto per le prestazioni, quanto per gli infortuni che spesso hanno costretto gli allenatori a non schierarlo al fantacalcio. Cosa fare, quindi, con Douglas? Considerato che la Juventus vuole arrivare fino in fondo anche in Champions League, è altamente probabile che DC11 trovi spazio durante il resto della stagione.

Insigne: Il nome più “controverso” di questa lista è il capitano del Napoli. Dopo tanti malus e una media voto decisamente al di sotto delle aspettative, l’esterno azzurro è pronto al riscatto. Con Gattuso il Napoli sembra aver rialzato la china: chi ha avuto pazienza sinora con Insigne potrebbe essere ripagato nella seconda parte di stagione. Fantallenatori, questo è un messaggio per voi: non svincolate Insigne!

Gabbiadini: la nuova vita di Gabbiadini alla Samp era iniziata già lo scorso anno. Arrivato per essere la “spalla perfetta” di Quagliarella, nella prima parte della stagione – soprattutto con Di Francesco in panchina – aveva deluso le attese di coloro che avevano puntato sull’ex Southampton al fantacalcio. Con Ranieri la musica è cambiata e Manolo può tornare ad essere decisivo.

Verdi: le ultime disastrose settimane del Torino hanno portato all’esonero di Mazzarri e all’arrivo di Moreno Longo. Il nuovo allenatore dovrà però necessariamente puntare sui suoi giocatori di maggior classe. Accanto a Belotti continuerà ad esserci Verdi, punto fermo nonostante l’infortunio dell’ultima giornata. Il suo talento (e il costo dell’operazione) fanno presagire che l’ex Bologna sarà titolare per gran parte del campionato, per la gioia dei fantallenatori che sperano nei suoi bonus.

Caicedo: vera e propria riserva di lusso di una Lazio che sta attraversando uno stato di grazia. Molto si deve ai gol a grappoli firmati da Immobile, ma anche l’honduregno ha spesso deciso le partite. Con Correa in non perfette condizioni fisiche e una Lazio coinvolta appieno nella lotta scudetto, il “bomber di scorta” tornerà utilissimo anche per i fantallenatori.

Sanchez: il “faraonico” mercato di riparazione dell’Inter non ha portato in nerazzurro una vera e propria alternativa alla coppia d’attacco Lukaku Lautaro Martinez. Con l’addio di Politano, passato al Napoli, el “Nino Maravilla” troverà senza dubbio più spazio, già a partire dal derby. Perché privarsi del cileno, visto che la stagione dei nerazzurri prosegue su 3 binari (Serie A, Europa League, Coppa Italia) che corrono paralleli?

Simeone: Leonardo Pavoletti è pronto a “riprendersi” il Cagliari e spera ancora in un posto per gli Europei 2020. I sardi stanno disputando una stagione ai margini dell’Europa League e il merito è anche del “Cholito”. Con il ritorno di “Pavoloso”, però, il figlio dell’allenatore dell’Atletico Madrid potrebbe rischiare la titolarità. Chi lo ha acquistato durante l’asta di fantacalcio, però, farebbe bene a non privarsi anche dell’argentino.

CONSIGLI FANTACALCIO, ASTA DI RIPARAZIONE: LA GUIDA COMPLETA