Consigli asta fantacalcio: i giocatori che forniscono più assist

16 Settembre 2020 - Francesco Fragapane

Nuovo appuntamento con i nostri consigli del Fantacalcio. Vediamo chi sono i migliori assist-man da prendere all'asta.

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

Ci siamo, il campionato è praticamente alle porte. La nuova Serie A sta per partire, e anche il Fantacalcio. In molti, però, aspettano la fine del Calciomercato per fare l’asta, cioè il momento più importante di tutto l’anno. In queste settimane vi stiamo fornendo alcuni consigli su come costruire la vostra squadra. Oggi parliamo dei migliori assist-man da prendere. Il nome più scontato è quello di Luis Alberto, il centrocampista della Lazio, il migliore dello scorso campionato. Ma ce ne sono tanti altri, vediamoli insieme!

FANTACALCIO, 1^ GIORNATA SU SUPESCUDETTO: CHI PRENDERE

FIFA 21, RATINGS OVERALL: I GIOCATORI PIU’ MIGLIORATI

Luis Alberto (Lazio)

Non possiamo non cominciare con il migliore in assoluto in Serie A. L’anno scorso è stato primo in classifica con 15 assist, molti dei quali per Ciro Immobile (un altro che in tema assist, a sorpresa, non è per niente male). Luis Alberto è una garanzia, ma prenderlo al Fantacalcio non sarà semplice.

Alejandro Gomez (Atalanta)

Subito dopo Luis Alberto non può mancare Alejandro Gomez, il Papu. Capitano e trascinatore tecnico dell’Atalanta, l’argentino è uno dei migliori calciatori del campionato. Un talento purissimo, dotato di una visione di gioco fuori dal normale. Come per Luis Alberto, anche per lui non sarà un’asta facile.

Lorenzo Pellegrini (Roma)

Continuiamo con Lorenzo Pellegrini, il centrocampista della Roma reduce da un’ottima stagione, anche se con qualche alto e basso di troppo. L’anno scorso ha chiuso il campionato con 9 assist: niente male! Fonseca ha valorizzato questa sua caratteristica schierandolo da trequartista dietro Dzeko.

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

Hakan Calhanoglu (Milan)

8 sono gli assist di Calhanoglu l’anno scorso, molti dei quali dopo il lockdown e diretti alla stessa persona: Zlatan Ibrahimovic. Fra i due c’è un’alchimia importante, dentro e fuori dal campo. E se lo svedese è un cecchino sotto porta, il turco gliela mette sempre coi giri giusti.

Domenico Berardi (Sassuolo)

Berardi resta ancora al Sassuolo e spera di ripetere la buona annata della scorsa stagione. Ormai bandiera dei neroverdi, anche lui è un assist-man puro. Col suo sinistro pennella cross preziosi per Ciccio Caputo, Boga e il resto dei suoi compagni di squadra. Un giocatori di sicura affidabilità, rivitalizzato da De Zerbi.

Alexis Sanchez (Inter)

Il suo primo anno all’Inter non è stato entusiasmante. Però Conte lo ha voluto ancora, e così Marotta lo ha “riscattato” dallo United. Anche lui ha fornito un ottimo numero di assist lo scorso anno (8) e adesso, dopo un anno di apprendistato, potrebbe fare ancora meglio.

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

Darko Lazovic (Hellas Verona)

Un ottimo nome in ottica Fantacalcio è Lazovic dell’Hellas Verona. Con Juric ha trovato finalmente la quadratura giusta: ara la fascia sinistra e fornisce spesso assist ai suoi compagni di squadra. L’anno scorso ne ha realizzati 7, un numero davvero notevole. Vale la pena tenerlo in considerazione.

Paulo Dybala (Juventus)

Dybala è un talento purissimo e su questo non ci piove. Segna tanto ma se la cava alla grande anche negli assist. Certo, da lui ci si aspetta di più dei 6 dell’anno scorso, ma è un tipo di giocata che ha nelle corde. E con un maestro come Pirlo a gestirlo non può fare altro che migliorare.

Riccardo Orsolini (Bologna)

Orsolini ha realizzato l’anno scorso lo stesso numero di assist di Dybala. Anche lui mancino, ma parte dalla fascia. Mihajlovic lo ha trasformato in un calciatore vero. Giovane, italiano, un talento cristallino. Anche lui merita considerazione se cercate un +1 a portata di mano.

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

Lorenzo Insigne (Napoli)

Chiudiamo questa lista con Lorenzo Insigne, il capitano del Napoli. Un calciatore molto simile a Dybala: anche lui segna tanto, ma fa anche tani assist. Sei l’anno scorso, ma potrebbe migliorare ancora. Ora però non c’è più Callejon, uno dei suoi destinatari preferiti. Tocca a Osimhen ricevere e mettere in porta.