Inter Getafe agli ottavi di Europa League: quello che c'è da sapere

28 febbraio 2020 - Enrico Gorgoglione

Tutto quello che c'è da sapere sul Getafe, l'avversaria dell'Inter agli ottavi di Europa League

L’urna di Nyon ha parlato. Dopo aver superato senza fatica il Ludogorets, l’Inter in Europa League si ritroverà di fronte il Getafe. Sulla carta sembra piuttosto facile, ma gli spagnoli ai sedicesimi hanno buttato fuori l’Ajax, semifinalista di Champions League lo scorso anno. In più, parliamo di una delle rivelazioni più interessanti della Liga Santander di questa stagione: al momento è quinto in classifica ed è ad un solo punto di lunghezza dal Siviglia quarto (tra l’altro gli andalusi sfideranno invece la Roma). Insomma, il Getafe è in piena zona Champions. Attenzione quindi a sottovalutazione l’impegno. Prima di approfondire il discorso su questa squadra, vi ricordiamo le date delle partite: si gioca prima a San Siro il 16 marzo, poi il ritorno in Spagna il 19.

EUROPA LEAGUE, LE AVVERSARIE DI INTER E ROMA AI SORTEGGI

EUROPA LEAGUE, TUTTI I GOL DEI SEDICESIMI: IL VIDEO

Bordalas seguace di Simeone

Avete presente il Cholismo? Ecco, José Bordalas, detto Pepe, è uno degli adepti più radicali. Gioca con il 4-4-2, stesso modulo di Simeone e stessa interpretazione: linee strette, chiusura degli spazi e delle linee di passaggio, ripartenze. In tre stagioni al Getafe è stato un continuo crescendo: nel 2017 la promozione, poi l’ottavo posto e infine il quinto nell’ultimo anno, ad un passo dalla qualificazione in Champions. In questo campionato, come anticipato, sta facendo ancora meglio: di nuovo il quarto posto è a portata di mano e, nel frattempo, ha raggiunto gli ottavi di Europa League buttando fuori l’Ajax, che veniva dalla Champions. Adesso l’Inter, un’altra “ex” della massima competizione europea. Se la giocherà, senza dubbio. E questo allenatore merita massima attenzione.

Il Getafe nel girone

Ha chiuso il girone con 12 punti: quattro vittorie e due sconfitte. Un gruppo abbordabile ma con parecchie insidie (Trabzonspor e Krasnodar su tutte). Invece la squadra spagnola l’ha superato abilmente da seconda. Ecco perché ai sedicesimi si è ritrovato subito di fronte una big: l’Ajax. 2-0 il risultato d’andata al Coliseum Alfonso Pérez (stadio di casa), 2-1 al ritorno in Olanda. Nulla da fare per i Lancieri che, dopo l’uscita dalla Champions, salutano anche l’Europa League. Il Getafe invece va avanti e sogna. Ora agli ottavi c’è l’ostacolo Inter, a proposito di Simeone…

Giocatori più pericolosi e formazione tipo

Come detto, Bordalas schiera il suo Getafe con il più classico dei 4-4-2 con una chiara propensione a difesa e ripartenze veloci. Il giocatore più pericoloso è senza dubbio Angel Rodriguez, la punta: è il miglior marcatore con 14 gol, tre di questi in Europa League. Il 32enne era anche nel mirino del Barcellona per sostituire Dembele, no secco del Getafe. Ci sono poi due calciatori molto interessanti: Cucurella e Kenedy, di proprietà rispettivamente di Barcellona e Chelsea, entrambi in prestito al Getafe e destinati ad una buona carriera. Cuccurella, terzino sinistro che con Bordalas sta imparando a giocare da esterno di centrocampo, in passato è stato seguito anche dal Milan, ma il Barça non ha voluto cederlo in via definitiva. Che possa diventare lui l’erede di Jordi Alba?

Getafe (4-4-2): Soria; Suarez, Djene, Etxeita, Olivera; Nyom (Kenedy), Maksimovic, Arambarri, Cucurella; Mata (Deyverson), Angel Rodriguez.

La sceneggiata di Nyom

In Getafe-Ajax, match di andata, si è verificato un episodio molto particolare che ha scatenato polemiche. Protagonisti Ryan Babel e Nyom. Il primo commette un fallo sul secondo, l’arbitro fischia e il calciatore del Getafe rotola su se stesso dolorante. Babel, convinto di non averlo minimamente toccato, prima gli è andato a dire qualcosa e poi lo ha imitato… L’olandese si è steso e ha iniziato ad emulare la stessa “sceneggiata” dell’avversario. Una scena che ha fatto ovviamente il giro del web e ha scatenato l’ironia dei social. In ogni caso, l’episodio di Nyom non è un caso isolato. Proprio come succede con l’Atletico Madrid di Simeone, anche il Getafe viene spesso criticato per atteggiamenti poco sportivi: sono tutti molto “aggressivi”, con grande cattiveria agonistica e pronti a qualche sceneggiata di troppo, proprio come contro l’Ajax.

Nessun precedente

Getafe e Inter non si sono mai affrontate finora. L’ottavo di finale di Europa League sarà la prima occasione per le due squadre di affrontarsi nella loro storia. Non possiamo dire lo stesso di questa campagna europea dei nerazzurri e non solo. L’asse Italia-Spagna è davvero molto caldo: proprio la squadra di Conte ha già affrontato il Barcellona ai gironi di Champions.e adesso lo sta facendo il Napoli agli ottavi. Rimanendo nella massima competizione europea, l’Atalanta sta invece facendo i conti con il Valencia (strapazzato all’andata 4-1). Infine, tornando all’Europa League, in questi ottavi ci sarà un’altra sfida su questo asse: Roma-Siviglia.