Stray, come attivare il Ray Tracing nascosto

8 Agosto 2022 - Francesco Fragapane

Scoperto un modo per attivare il sistema di Ray Tracing nascosto all'interno di Stray: questa soluzione porta vantaggi e svantaggi

Gioca a Superscudetto

Gli sviluppatori di Stray, all’interno del gioco, hanno inserito un sistema di Ray Tracing che migliora l’illuminazione. A differenza di altri titoli però, il sistema è disattivato e per poterne usufruire bisogna andare ad attivarlo.

VIDEO INTER-VILLARREAL 2-4: GOL E HIGHLIGHTS

Come attivare il Ray Tracing su Stray

Abilitare il Ray Tracing su Stray è davvero molto semplice. Per farl basta modificare una riga di comando prima di avviarlo. Una volta aperto Steam, si selezionano i parametri di lancio del gioco. Bisogna aggiungere la stringa “-dx12”.

Così facendo, il titolo si avvierà andando a sfruttare le Direct X12 e abiliterà il Ray Tracing. Stray è un gioco sviluppato con l’Unreal Engine 4, un motore che già al momento del lancio era in grado di supportare il sistema di Ray Tracing, essendo stato introdotto per la prima volta nel 2018.

CONSIGLI FANTACALCIO: 10 ATTACCANTI LOW COST DA PRENDERE ALL’ASTA

Nonostante ciò la maggior parte dei giochi sviluppati con il vecchio engine non supporta la tecnologia Ray Tracing. Questo trucco vale solamente per tutti i giochi che includono il Ray Tracing ma per i quali non viene mai abilitato in maniera nativa. Una situazione decisamente strana, che però è stata fortunatamente scoperta.

Attivare il Ray Tracing su Stray porta sia dei vantaggi che degli svantaggi. Dal punto di vista della qualità visiva, infatti, i giocatori si trovano di fronte a un gioco che diventa decisamente più bello e godibile alla vista. Le cose, però, cambiano se si osserva la situazione dal punto di vista delle performance. In base a un esperimento condotto da DSO Gaming, per esempio, giocando a Stray non si è riusciti a ottenere i 60 frame al secondo, neanche in 1440p.

VIDEO VICENZA-MILAN 1-6: GOL E HIGHLIGHTS

TAG: