Gran turismo 7, la recensione del racing game

3 Marzo 2022 - Enrico Gorgoglione

Venerdì 4 marzo esce il nuovo capitolo di "Gran Turismo", ossia il numero 7: ecco tutto ciò che c'è da sapere sul gioco di Poliphony Digital.

Gioca a Superscudetto

Da venerdì 4 marzo è possibile acquistare Gran Turismo 7 per Playstation 5 e Playstation 4, ultimo capitolo di una serie storica che, dopo la parentesi non troppo positiva con GT Sport, ritorna alle origini riabbracciando la formula più classica e amata: ecco la recensione.

Il ritorno alla Carriera

Il gioco ruota attorno a una mappa principale che racchiude tutti i contenuti offerti dal gioco. Il locale è perfettamente renderizzato e al suo esterno è possibile scorgere la vettura che stiamo utilizzando. Prima di molte gare, occorrerà prendere le diverse patenti che ci permetteranno di correre a livello superiore e proseguire nella nostra carriera.

GT Café

È una modalità che permette l’accesso a più di 90 gare divise tra eventi singoli e campionati. Tali gare andranno a popolare quella che sulla mappa è rappresentata come una sorta di Colosseo, dove troverete tutti i circuiti del gioco. Solitamente, si tratta di una sfida composta da tre singole gare che ti permettono di sbloccare vetture a tema.

ELDEN RING, GRANDE MONTARICHI DI DECTUS: COME ACCEDERE

Mappa graduale

Il processo di crescita è molto graduale. Dopo le prime vittorie, infatti, si potrà accedere al concessionario riservato alle auto nuove e a quello delle vetture usate. In seguito, si sbloccheranno altre funzionalità per modificare la vettura in maniera permanente. Il gioco, infatti, è molto lento tanto che si potrebbe giocare un’ora senza scendere mai in pista, semplicemente lavorando sulla calibrazione della vettura, cambiare l’olio, visitare i concessionari e tanto altro.

Patente e libretto

Dopo altre vittorie, ecco la GT Auto che sarebbe un’officina dove poter effettuare la manutenzione e la personalizzazione della carrozzeria. Successivamente, si dovranno conquistare le patenti per partire a diverse gare e missioni

IA ancora debole

Una piccola pecca sono gli avversari, ritenuti ancora troppo deboli soprattutto se si partecipa a una gara con una macchina fortemente modificata. Tuttavia, questo è un problema comune di tutti i Gran Turismo classici. Come fare, quindi, per ovviare a tutto questo?

Ecco le gare Hot Chili

Questo tipo di competizioni presentano delle regole più stringenti e una IA più aggressiva, comunque non imbattibile. Infatti, seppur più complicato, la difficoltà di gioco è praticamente la stessa e non si può nemmeno cambiare.

PS5, DA GAMESTOP DISPONIBILITÁ OGGI?

La modalità Sport

Le competizioni vere le troverete ancora una volta nella modalità Sport, che in Gran Turismo 7 rappresenta di fatto l’endgame del gioco. Qui è dove il gioco Polyphony Digital entra nel vivo, trasmette le emozioni più forti, spinge al tuning più preciso e quando sei in testa fa pompare il cuore oltre i limiti di guardia. Quando entri in Sport, capisci che la carriera fino a quel momento non è stata altro che un training, un lungo percorso per arrivare a competere online e ad alti livelli.

La pioggia

Al volante, Gran Turismo 7 è davvero il miglior Gran Turismo possibile anche per merito di condizioni meteorologiche finalmente all’altezza delle aspettative. La pioggia è davvero realizzata bene, ed è fantastico capirne l’intensità nel comportamento della vettura, nel rumore e nelle vibrazioni del DualSense, sfruttato divinamente e con effetti ad altissima definizione. Anche il vento cambia la scenografia, con i nuvoloni di polvere o di pneumatici al limite che si diraderanno lentamente verso la direzione in cui soffia.

La grafica

Le vetture sono realizzate come sempre in modo impeccabile, nettamente le migliori in circolazioni, ed è stato fatto un ottimo lavoro a bordo pista, con tanti elementi in movimento e una più che buona quantità di dettaglio generale.

ELDEN RING, COME RECUPERARE ENERGIA