Fifa 22 carriera, i Mutaforma migliori

14 Luglio 2022 - Francesco Fragapane

Tra le carte più apprezzate di Fifa 22 ci sono quelle dei Mutaforma: di seguito una classifica dei 5 migliori giocatori in questa veste

Gioca a Superscudetto

La stagione calcistica di Fifa 22 è entrata ormai nella sua fase meno “calda”. Complice la fine dei campionati e l’arrivo dell’estate, che solitamente inizia a portare con sé anche l’immancabile hype per i nuovi capitoli dei titoli sportivi, in uscita solitamente a settembre, l’attenzione dei fan verso il titolo è scesa inevitabilmente. Al netto di ciò, però, i server di gioco sono ancora pienissimi di giocatori attivi, anche grazie a Electronic Arts, che sta continuando a supportare il titolo con tantissimi nuovi contenuti. Nelle ultime settimane, a tenere banco è stato l’evento degli Shapeshifters, ossia i mutaforma, calciatori cambiati di ruolo e caratterizzati da statistiche incredibilmente pompate. Queste carte, molto apprezzate dalla community anche nelle passate edizioni del gioco, sono sicuramente tra le più forti disponibili su Fifa 22.

VIDEO SCUDETTO MILAN: LA FESTA DEI TIFOSI E DEI GIOCATORI

Fifa 22, i migliori Mutaforma

Heung-Min Son

Il primo nome sulla lista della nostra classifica dei Mutaforma è un “vecchio classico”, ossia Heung-Min Son, centravanti del Tottenham, nonché uno dei giocatori più amati e utilizzato in FIFA 22 in tutte le sue altre versioni. Da Mutaforma, il giocatore coreano passa in attacco, e riceve un bel 5 e 5 alla voce piede debole e mosse abilità, diventando veramente devastante.

Marcelo

Altro grande nome di questo nuovo evento è senza dubbio Marcelo, che finalmente, date la statistiche super complete viene finalmente spostato in attacco. In questo ruolo le incredibili caratteristiche del terzino brasiliano ormai ex Real vengono sfruttate maggiormente, tra cui le 5 stelle alle mosse abilità e al piede debole, un grandissimo tiro e in generale doti di “pericolo costante” innegabili.

CALENDARIO SERIE A 2022/2023: TUTTE LE GIORNATE DEL CAMPIONATO

Ribery

Terzo gradino del podio per Ribery della Salernitana, un giocatore sempre molto amato nelle sue versioni speciali e che in questa veste di Shapeshifters risulta veramente incredibile. 5 skill, 5 piede debole, agilità incredibili e un tiro devastante: Frank Ribery è certamente uno dei giocatori più forti del gioco e sicuramente il più forte della Serie A, anche considerando il ruolo in cui è stato spostato. Da COC, infatti, il francese della Salernitana risulta anche più facilmente ibridabile, cosa che lo rende il giocatore perfetto per tutti quelli che vogliono testare nuove soluzioni ludiche senza rinunciare alla qualità.

Cristiano Ronaldo

Seconda piazza della nostra top 5 dedicata all’intramontabile Cristiano Ronaldo. Nella versione Mutaforma torna anche nel suo ruolo “originale” di esterno sinistro d’attacco. La nuova carta dedicata al numero 7 dello United ha delle statistiche devastanti, che toccano il 99 (valore massimo) praticamente in ogni parametro. Cosa che trasforma il giocatore portoghese uno degli attaccanti più devastanti del gioco. L’unica debolezza è rappresentata dal piede debole, che rispetto alla versione FUT BIrthday scende nuovamente da 5 a 4 stelle, ma possiamo garantirvi che questo giocatore è in grado di segnare da praticamente ogni posizione.

VIDEO ITALIA-GERMANIA 1-1: GOL E HIGHLIGHTS

Ginola

Al primo posto, indiscusso, della nostra top 5 degli shapeshifters troviamo ovviamente lui, il “terribile” David Ginola. Un giocatore che nella prima fase di gioco, nella sua versione “normale” ha letteralmente spopolato su FIFA 22. Ha quindi dimostrato di essere una delle carte più devastanti del gioco. In questa nuova versione, oltre al ruolo (finalmente diventa attaccante!) il giocatore francese viene “spostato” in Premier League. Questo con ovvie conseguenze per quanto riguarda la maggiore ibridabilità. Ovviamente, oltre a questo, la carta riceve un boost pazzesco a tutte le statistiche. Superano agilmente il 90 su tutti i parametri più importanti, che fanno del giocatore un vero e proprio “mostro” di potenza.