Battleborn, server spenti per il titolo 2k Games sviluppato da Gearbox

1 Febbraio 2021 - Francesco Fragapane

A distanza da 5 anni dalla sua uscita, non sarà più possibile giocare a Battleborn. La decisione è arrivata con la chiusura dei server che davano la possibilità di utilizzare lo sparatutto

Sfida subito gli esperti Sky sui pronostici della SERIE A

Uscita nel 2016, Battleborn ha concluso la sua corsa il 31 gennaio 2021 con la chiusura dei server che permettevano agli utenti di poter giocare. Il titolo di 2K Games è stato sviluppato da Gearbox e fin dal suo arrivo ha avuto numerosi problemi al punto tale da trasformarlo in un free-to-play. Considerando inizialmente tra i titoli con maggiore potenziale degli ultimi anni, Battleborn era compatibile e disponibile per PS4, Xbox One e PC ma non ha mai avuto realmente il successo sperato.

Fifa 21 Fut celebra Cristiano Ronaldo: come ottenere la special card

Gli aggiornamenti nel 2017 e poi la chiusura per Battleborn

Battleborn è stato spesso descritto come un mix tra un MOBA e uno sparatutto in prima persona ma nonostante l’apertura agli utenti non è mai riuscito a conquistare un considerevole numero di giocatori. Nel 2017 Gearbox aveva comunicato la scelta di rilasciare aggiornamenti validi per rilanciare ulteriormente il gioco. La soluzione non ha però avuto l’effetto sperato e così si è scelto per la chiusura dei server con il rammarico dei fan che da tempo avevano creato e i loro alter ego virtuali.

Nintendo Switch, i giochi in uscita a febbraio 2021

Cyberpunk 2077 diventa Blade Runner. Il video