Apex Legends Season 5: le patch notes

20 Maggio 2020 - Francesco Fragapane

Apex Legends Season 5: le patch notes. Ecco le novità principali in tal senso per la stagione 5 dell'ormai notissimo videogioco

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

Attraverso il suo sito ufficiale, la EA ha redatto il dettaglio di tutte le patch che riguardano la stagione numero 5 di Apex Legends, titolo battle royale che sta facendo molto scalpore (in positivo) tra i videogiocatori. Tantissime sono state le novità proposte per questa nuova stagione, da una nuova leggenda ad alcune migliorie tecniche che sono volte a potenziare l’esperienza di gioco.

CALL OF DUTY MODERN WARFARE: COME DIVENTARE IMMORTALI CON BUG

CALL OF DUTY WARZONE: CLASSIC BATTLE ROYALE DISPONIBILE

Apex Legends Season 5: le patch notes

Innanzitutto, la nuova leggenda: Loba, personaggio molto interessante con tre abilità decisamente performanti. Quella tattica è “il migliore amico di un ladro” e prevede il teletrasporto in luoghi difficili da raggiungere tramite un bracciale. Quella passiva, “Occhio per la qualità”, che consente di prelevare bottini vedendoli attraverso le pareti. Infine quella Ultimate, “Boutique del mercato nero”, che permette di teletrasportare un bottino direttamente nel proprio inventario.

Per quanto riguarda il Canyon de Re, è emerso un nuovo punto di interesse chiamato Salvage, aggiunto alla Broken Coast. Lo scavo del Condensatore ha invece sostituito la zona Pantano. Canyon dei Re sarà inoltre inizialmente disponibile per due settimane di fila, per permettere ai giocatori di conoscere meglio la mappa. Al suo interno sono state anche aggiunte torrette di ricarica per offrire, appunto, una ricarica completa a tutte le leggende.

La missione della stagione consisterà invece nel trovare 9 pezzi di una misteriosa reliquia. Oltre a questo sono presenti il pass battaglia della stagione 5, con sfide giornaliere e settimanali per sbloccare più di 100 oggetti esclusivi. Inoltre ecco la nuova serie classificata che però potrà vantare anche una nuova funzione, ovvero riconnettiti. Questa funzione permetterà ai giocatoi che lasciano una partita in modo imprevisto di poter rientrare nella partita in corso. Ovviamente l’imprevisto riguarda un dissidio con il menu di sistema oppure un arresto al gioco anomalo. Per riconnettersi, basterà riavviare il gioco ed entrare nella sala d’attesa, riusciendo a rientrare se la squadra sarà ancora in vita e se la partita sarà ancora valida.

Se un giocatore non si riconnette in tempo,  il personaggio del giocatore disconnesso viene rimosso normalmente e il gioco tratterà la disconnessione come un abbandono.

I bug corretti

Ecco anche una lista di alcuni dei bug corretti:

  • Velocità di mira durante lo zoom in modo da renderla coerente con velocità di fuoco non mirato e ADS.
  • Disattivazione della compensazione di un bersaglio nel corpo a corpo.
  • Banner leggenda che presentano una scatola nera quando AA è disattivato.
  • Condizione in cui il terzo modello di un personaggio non appare sugli schermi con tre banner legenda.
  • Problema che talvolta causava la segnalazione dei nemici durante il paracadutismo o nell’aereo.
  • Problemi relativi ad aree sfruttabili contro i predatori nell’area di prova di Bloodhound.
  • Sono stati anche fixati alcuni problemi con i predatori che non attaccavano lo Scudo a cupola di Gibraltar.
  • Rilevato un problema che talvolta non permetteva alle casse uccisione di non spostarsi sul treno.
  • Visualizzazione di sottotitoli in russo al posto di quelli in inglese nell’area di prova di Bloodhound.
  • Aggiustati alcuni problemi che non permettevano di visualizzare correttamente le descrizioni fisse quando si evidenziano oggetti nei menu.
  • Annullata la problematica che non consentiva di infliggere danni durante la mischia quando si interrompeva l’animazione di carica di Sentinel.
  • Risolto il problema che consentiva al Golden Barrel di avere una fiammata di sparo maggiore del previsto.
  • Correzioni di stabilità per ridurre errori di crash e script.
  • Ora l’EMP di Crypto influenza D.U.M.M.I.E. nel poligono di tiro.
  • Trovata una soluzione al problema che rendeva visibile il Totem della morte di Revenant attraverso il fumo o il gas.
  • Posizioni dei banner di Pathfinder che impedivano la corretta visualizzazione del disegno.
  • Dinamicha del trampolino di Octane che rendeva più difficile il passaggio tra le fessure durante il lancio.
  • Difficoltà con la Ultimate di Caustic che ne impediva il lancio su superfici ridotte.

APEX LEGENDS, RESPAWN APRE NUOVO STUDIO IN CANADA