Come cambia la Roma con Paulo Fonseca

11 giugno 2019 - Enrico Gorgoglione

Inizia l'era di Paulo Fonseca sulla panchina della Roma: dal calciomercato al modulo, come cambiano i giallorossi con il nuovo allenatore

Paulo Fonseca è ufficialmente il nuovo allenatore della Roma. A dare l’annuncio è stata la società giallorossa attraverso il suo sito internet, confermando la firma del tecnico portoghese su un contratto biennale con opzione per il terzo anno.

Al termine della stagione 2018/2019, il club capitolino aveva salutato Claudio Ranieri, subentrato a stagione in corso a Eusebio Di Francesco. Nelle ultime settimane sono stati tanti i nomi accostati alla panchina romanista, dal sogno Antonio Conte a Sinisa Mihajlovic, passando per Gian Piero Gasperini e Roberto De Zerbi.

Alla fine, la scelta della società è ricaduta su Paulo Fonseca, che approda a Roma dopo tre stagioni vissute sulla panchina dello Shakhtar Donetsk. In Ucraina, il tecnico portoghese ha vinto campionato e coppa in tutte e tre le stagioni, oltre a una Supercoppa d’Ucraina. Nelle sue esperienze precedenti in Portogallo, invece, Fonseca ha conquistato una Supercoppa di Portogallo nel 2013 col Porto e una Coppa del Portogallo nel 2016 alla guida del Braga.

PAULO FONSECA È IL NUOVO ALLENATORE DELLA ROMA

Paulo Fonseca porterà diverse novità in casa Roma, anche in ottica calciomercato. Nei giorni scorsi, infatti, la notizia dell’arrivo dell’allenatore portoghese nella Capitale è stata accompagnata dai primi rumours sui possibili nuovi obiettivi di mercato. Lo stesso percorso di Fonseca, dallo Shakhtar Donetsk alla Roma, potrebbero farlo il terzino sinistro Ismaily e i centrocampisti Marcos Antonio e Taison. Sempre a centrocampo, poi, sono profili particolarmente graditi a Paulo Fonseca anche Florentino Luis del Benfica e Bruno Guimaraes dell’Atletico Paranaense.

La Roma, Fonseca e il modulo 4-2-3-1

Il modulo prediletto del nuovo allenatore della Roma Paulo Fonseca è il 4-2-3-1.

I suoi difensori centrali devono essere rapidi (la linea di difesa adottata dal tecnico è molto alta) e bravi anche in fase d’impostazione. Kostas Manolas è veloce, ma è sul piede di partenza. Federico Fazio, pur abile nel dar via all’azione dalle retrovie, rischia di soffrire in velocità. Una delle priorità, perciò, sarà proprio quella di rinforzare il pacchetto centrale di difesa. Tra i primi nomi che circolano spiccano Vavro del Copenaghen, Verissimo del Santos, Gianluca Mancini dell’Atalanta, Lyanco, Bonifazi e N’Koulou del Torino.

I terzini di Paulo Fonseca, generalmente, spingono molto. Il già citato Ismaily potrebbe sostituire il probabile partente Kolarov, con Luca Pellegrini (di ritorno dal prestito al Cagliari) sempre in rampa di lancio. A destra, per il momento, è ballottaggio aperto tra capitan Florenzi, Karsdorp e Santon.

Uno dei primi ardui compiti che Paulo Fonseca si troverà ad affrontare a Roma è la sostituzione di Daniele De Rossi, per anni centro nevralgico del gioco giallorosso e schermo davanti alla difesa. Il casting sul mercato, come detto, è già partito e include i nomi di Van de Beek e Jordan Veretout. Accanto al nuovo “regista difensivo”, in attesa di capire il destino di Steven Nzonzi, giostrerà con ogni probabilità uno tra Lorenzo Pellegrini e Bryan Cristante.

La trequarti ideale di Paulo Fonseca è all’insegna della velocità e della tecnica, con i suoi interpreti che spesso alternano le posizioni. Cengiz Under, Justin Kluivert, Stephan El Shaarawy e Diego Perotti soddisfano i requisiti sulle fasce, ma si attendono possibili novità sul fronte mercato, in uscita e in entrata. Al centro, Nicolò Zaniolo, se dovesse rimanere nella Capitale, appare il trequartista titolare annunciato (alternativa Pellegrini e, più arretrato, Javier Pastore).

Il ruolo del centravanti è un rebus in casa giallorossa: Edin Dzeko ha la valigia pronta con destinazione Inter e Patrik Schick resta un’incognita. L’attaccante “modello”, per Fonseca, è quello che sa aprire gli spazi per gli inserimenti dei trequartisti.

LEGGI GRATIS LE NOTIZIE DI SKY SPORT SU WHATSAPP!