Consigli fantacalcio, i possibili gol dell'ex della 22^ giornata di serie A

30 gennaio 2019 - Francesco Fragapane

Come sempre, in serie A, attenzione al gol dell'ex: ecco i calciatori da tenere sotto osservazione in ottica calcio e fantacalcio in vista della 22^ giornata di campionato

Fantacalcio, attenzione alla regola dell’ex in vista delle partite della 22^ giornata di Serie A. Il programma del prossimo turno di campionato si apre con gli anticipi di sabato Empoli-Chievo, Napoli-Sampdoria e Juventus-Parma, prosegue con il big match di domenica sera tra Roma e Milan e si conclude con i due posticipi del lunedì, Frosinone-Lazio e Cagliari-Atalanta.

Anche in vista della ventiduesima giornata di serie A, i fantallenatori di Superscudetto dovranno prestare particolare attenzione ai possibili bonus firmati dagli ex di turno. Tanti i giocatori da tenere d’occhio, da Quagliarella che ritrova il Napoli, a El Shaarawy contro il “suo” Milan, passando per Muriel che torna ad Udine da avversario.

Fantacalcio, gli ex su cui puntare: occhio a Quagliarella

Napoli-Sampdoria è il secondo anticipo della 21^ giornata di Serie A. La sfida del San Paolo va in scena sabato 2 febbraio alle ore 18. Diversi gli ex della gara, tra i quali spicca Fabio Quagliarella. L’attaccante campano ha vestito la maglia del Napoli nella stagione 2009/2010 e sia prima che dopo, ha segnato spesso alla sua squadra del cuore. Ci proverà anche quest’anno, una settimana dopo aver eguagliato il record di Batistuta, andando a segno per undici partite consecutive in campionato. Tra gli ex occhio anche a Tonelli e Manolo Gabbiadini: quest’ultimo, prima di tornare in gol sabato scorso contro l’Udinese, aveva segnato la sua ultima rete in Italia proprio in un Napoli-Sampdoria, vestendo però la maglia azzurra.

Domenica, nel “lunch match” tra Spal e Torino, ci sono due ex granata da tenere d’occhio. Uno è Jasmin Kurtic, centrocampista sloveno che vanta un’esperienza al Toro nel 2014. L’altro è Mirko Valdifiori, centrocampista classe 1986 che proprio la scorsa estate ha lasciato Torino per trasferirsi a titolo definitivo nel club estense.

Muriel contro il suo passato, Palacio ritrova l’Inter

Le non perfette condizioni fisiche di Babacar potrebbero permettere ad Alessandro Matri di partire titolare contro il Genoa. L’attaccante del Sassuolo ha vestito la maglia rossoblu nella stagione 2014/2015, mettendo a segno 7 centri in 16 partite.  Tre gli ex di Udinese-Fiorentina, gara in programma alle ore 15 di domenica. Tra i padroni di casa ci sono Behrami e De Maio, tra i viola c’è Luis Muriel. Il colombiano, alla sua prima con la maglia della Fiorentina, ha già segnato una doppietta da ex alla Sampdoria e può ripetersi contro i friulani.

Due gli ex Inter nel Bologna impegnato a San Siro: Rodrigo Palacio. L’attaccante argentino ha vestito la maglia nerazzurra dal 2012 al 2017, collezionando 140 presenze condite da 39 reti. Destro, invece, è cresciuto proprio nel settore giovanile interista, prima di giocare nel Siena, nella Roma, nel Milan e approdare in rossoblu.

Roma-Milan, sfida amarcord per El Shaarawy e Borini

Gara ricca di ex anche quella tra Roma e Milan, il big match della ventiduesima giornata di campionato. Le due formazioni si affrontano domenica sera alle ore 20.30 per quello che si annuncia come un vero e proprio scontro diretto per il quarto posto che vale l’accesso alla prossima Champions League. Da una parte c’è Stephan El Sharrawy, il capocannoniere stagionale dei giallorossi con 7 centri in 13 partite. Il “Faraone” ha giocato nel Milan dal 2011 al 2015, andando a segno 21 volte in 83 partite.

Dall’altra parte, serata da ex anche per Fabio Borini. Per lui un’avventura fugace alla Roma nel 2011/2012, sotto la guida di Luis Enrique. Quell’anno, Borini segnò nove reti, una delle quali in un derby perso contro la Lazio. A fine stagione venne ceduto al Liverpool per poi passare in prestito al Sunderland.

L’ultimo ex da tenere d’occhio nella prossima giornata di campionato è Luca Cigarini. Il metronomo del Cagliari ospita l’Atalanta, club nel quale ha giocato prima nella stagione 2008/2009, poi dal 2011 al 2016, diventando anche capitano della “Dea”.