Champions League 2020 2021, il girone della Lazio e le avversarie

1 Ottobre 2020 - Enrico Gorgoglione

Sorteggi Champions League, le avversarie della Lazio: i biancocelesti di Simone Inzaghi dovranno affrontare Zenit San Pietroburgo, Borussia Dortmund e Brugge

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

L’urna di Ginevra ha espresso il suo verdetto: la Lazio di Simone Inzaghi ha pescato lo Zenit San Pietroburgo, il Borussia Dortmund e il Brugge. I russi hanno vinto il campionato e hanno ingaggiato Lovren dal Liverpool in estate. I tedeschi possono godere della forza dirompente di Haaland in attacco. Il club belga ha Mignolet in porta: esperienza al servizio dei compagni. Scopriamo insieme le avversarie della Lazio nel Gruppo F della Champions League 2020/2021.

SORTEGGI CHAMPIONS LEAGUE: TUTTI I GIRONI

Sorteggio Champions 2020/2021 - Il girone della Lazio

La Lazio di Simone Inzaghi è stata inserita nel gruppo F della Champions League 2020/2021. I biancocelesti hanno pescato lo Zenit San Pietroburgo nella prima fascia, il Borussia Dortmund nella seconda e il Brugge nella terza.

La formazione dello Zenit San Pietroburgo

Lo Zenit San Pietroburgo, campione di Russia in carica, è allenato dal tecnico russo Sergej Semak. La formazione tipo è un 4-4-2 con Kerzhakov in porta, Karavaev, Lovren, Rakitskiy e Santos in difesa, Malcom, Odzoev, Barrios e Driussa a centrocampo e Azmoun e Dzyuba in attacco.

Zenit San Pietroburgo (4-4-2): Kerzhakov; Karavaev, Lovren, Rakitskiy, Santos; Malcom, Odzoev, Barrios, Driuss; Azmoun, Dzyuba. All. Semak

Il tecnico dello Zenit: Semak

A guidare lo Zenit San Pietroburgo c’è Sergej Semak, tecnico russo che da calciatore ha militato anche nel Paris Saint-Germain. Classe 1976, Semak ha maturato esperienze da vice sulla panchina dello Zenit, prima di ricoprire lo stesso ruolo nella Russia. Dopo aver guidato l’Ufa, è stato richiamato dal club di San Pietroburgo per guidare la prima squadra, portata a vincere due campionati di fila nel 2019 e nel 2020.

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

La stella dello Zenit: Lovren

Dopo aver vinto la Champions League e la Premier League con la maglia del Liverpool, Dejan Lovren ha detto sì allo Zenit San Pietroburgo che cercava un difensore di esperienza per affrontare la massima competizione continentale. Il centrale croato ha deciso di rimettersi in discussione, provando l’avventura in Russia, terra dove con la Croazia è arrivato alla finale dei Mondiali 2018 persa poi contro la Francia di Deschamps.

La formazione del Borussia Dortmund

Il Borussia Dortmund di Lucien Favre gioca prevalentemente con il 3-4-3, modulo che serve per sfruttare al meglio le caratteristiche di Haaland, il punto di riferimento in attacco. Rispetto alla scorsa stagione cambia il laterale destro di centrocampo: al posto di Hakimi, andato all’Inter, c’è Meunier.

Borussia Dortmund (3-4-3): Hitz; Emre Can, Hummels, Akanji; Meunier, Hazard, Witsel, Raphael Guerreiro; Reus, Haaland, Sancho. All. Favre

Il tecnico del Borussia Dortmund: Favre

Lucien Favre ha da poco iniziato la sua terza stagione sulla panchina del Borussia Dortmund. La Lazio ha due precedenti abbastanza recenti con il tecnico svizzero, entrambi in Europa League: nel 2013 lo ha incontrato quando guidava il Borussia Monchengladbach, mentre nel 2017 lo ha affrontato quando era l’allenatore del Nizza.

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

La stella del Borussia Dortmund: Haaland

Erling Haaland è il giocatore più rappresentativo del Borussia Dortmund. Arrivato a gennaio dal Salisburgo, l’attaccante norvegese ha già segnato 15 gol in 17 presenze con la maglia dei tedeschi ed è considerato uno dei prospetti migliori del calcio mondiale.

ATALANTA IN CHAMPIONS LEAGUE: LE AVVERSARIE DELLA DEA

La formazione del Brugge

Il Brugge, campione del Belgio in carica al termine di un campionato finito prima del tempo a causa del Coronavirus, gioca con il 3-5-2.

Brugge (3-5-2): Mignolet; Clinto Mata, Ricca, Mechele; Diatta, Vormer, Vanakern, Rits, Sobol; Schrijvers, Badji. All. Clement

Il tecnico del Brugge: Clement

Philippe Clement è il tecnico del Brugge dalla scorsa stagione. Negli anni precedenti aveva ricoperto il ruolo di vice del club belga, prima di guidare Waasland e Genk. Da calciatore ha maturato un’esperienza anche in Premier League con la maglia del Coventry City.

GIOCA AL NUOVO SUPERSCUDETTO

La stella del Brugge: Mignolet

Nel 2019, dopo dieci anni in Premier League tra Sunderland e Liverpool, Mignolet è tornato in Belgio, accettando l’offerta del Brugge. Il portiere, stabilmente nel giro della Nazionale, ha portato esperienza a una società chiamata a confermarsi in patria e a togliersi qualche soddisfazione anche in campo europeo.

TAG: