Come cambia la formazione del Napoli con James Rodriguez e Manolas

27 giugno 2019 - Enrico Gorgoglione

Con l'arrivo di Kostas Manolas e il possibile acquisto di James Rodriguez, il Napoli cambia radicalmente volto e si avvicina sempre più al concetto di calcio liquido voluto da Ancelotti

AMICHEVOLI ESTIVE SERIE A: L’ELENCO

CALCIOMERCATO NAPOLI, ULTIME NEWS DI OGGI

MERCATO NAPOLI, E’ CACCIA A MAURO ICARDI

NAPOLI, DATE RITIRO E AMICHEVOLI ESTIVE

Un Napoli ad immagine e somiglianza di Carlo Ancelotti. È questa la missione del presidente Aurelio De Laurentiis e del direttore sportivo Cristiano Giuntoli. L’arrivo imminente di Kostas Manolas è solo l’inizio di una trasformazione nata lo scorso anno e che si concluderà all’inizio della prossima stagione nel segno del calcio liquido voluto dall’allenatore. Sembra infatti ormai fatto il trasferimento del difensore greco dalla Roma al Napoli.

Sul piatto secondo quanto riferito da Sky, 34 milioni di euro ai giallorossi (ma 2 andranno al giocatore) mentre alla Roma andrà Amadou Diawara, valutato 18 milioni con un’aggiunta di 2 milioni di euro di bonus in caso di raggiungimento di determinati obiettivi. Dopo l’arrivo del terzino Giovanni Di Lorenzo dall’Empoli, Manolas dovrebbe il secondo acquisto del calciomercato Napoli per la stagione 2019/2020 e guadagnerà circa 4,5 milioni di euro a stagione. Un tassello che permette di analizzare come potrebbe giocare la squadra allenata da Carlo Ancelotti.

Il calcio liquido di Carlo Ancelotti

Come dichiarato dallo stesso allenatore, al termine della scorsa stagione, il Napoli si ripresenterà con un 4-4-2 di base che però dovrebbe lasciare spazio alla creatività e alla fantasia grazie soprattutto ad una coppia di centrali solida e aggressiva come quella formata da Koulibaly e Manolas. L’innesto del greco aumenta le possibilità di vedere una difesa più alta, votata al pressing e al recupero palla veloce per avere sempre più il controllo nella metà campo avversaria. Questa la scelta di Ancelotti che rinuncia così a Raul Albiol, diretto al Villarreal. Il difensore spagnolo è calciatore dal senso tattico innato e bravo ad impostare la costruzione, ma ora il Napoli ha bisogno di altre caratteristiche. Meglio dare più esplosività alla squadra e restringere gli spazi in campo, questi probabilmente i pensieri di Carlo Ancelotti che con l’arrivo di Kostas Manolas, potrà dare maggiore spazio anche ai terzini dalla spiccata propensione offensiva.

Da questo punto di vista si spera nel recupero completo di Faouzi Ghoulam, nato all’ala all’inizio della sua carriera e ora esterno basso in grado però di essere un elemento aggiuntivo in attacco. Anche prima del grave infortunio registrato due anni fa, l’algerino aveva dimostrato tutte le sue capacità in zona offensiva dando a Maurizio Sarri un’opzione importante per costruire gioco.

Un centrocampo di palleggiatori

Una difesa così aggressiva e terzini di spinta spingono Carlo Ancelotti a riproporre Allan come vertice basso del centrocampo. Il brasiliano è già stato provato in questa posizione nella scorsa stagione. In alcune partite si è abbassato quasi sulla linea dei difensori per consentire una maggiore protezione e garantire equilibrio a tutta la squadra. Ma la presenza del brasiliano, sempre messo sotto osservazione dal Paris Saint Germain, potrebbe essere messa anche in discussione per un centrocampo di palleggiatori. Il tabellone del calciomercato però mette in evidenza anche l’eventuale arrivo di James Rodriguez, come ormai si vocifera da settimane. Il suo innesto potrebbe spingere Ancelotti a puntare su una mediana di calciatori in grado di dare del tu al pallone.

Con il colombiano infatti il centrocampo sarebbe formato da Zielinski, Fabian e Callejon. In particolare James Rodriguez e lo stesso Fabian si occuperebbero della costruzione offensiva. James farebbe da collante tra le linee. Potrebbe ricoprire così il ruolo avuto già nel Real Madrid proprio da Carlo Ancelotti. Un acceleratore della fase offensiva così come dichiarato dallo stesso allenatore nella sua biografia, mentre Fabian continuerà a rappresentare il simbolo della verticalità che gli ha permesso di esplodere con la maglia del Betis.

Questa la possibile formazione del Napoli per 2019/2020:

Meret

Di Lorenzo – Manolas – Koulibaly – Ghoulam

Callejon – Fabian Ruiz (Allan) – Zielinski – James (Fabian Ruiz)

Insigne (Mertens) – Milik

TAG:
Superscudetto è tornato In palio per te un viaggio del valore di 4000 euro e tanti buoni Amazon! Scopri di più
Iscriviti gratuitamente per giocare a Superscudetto
Cosa stai aspettando? Registrati e inizia a sfidare i tuoi amici!